loader

Il Maestro Pasquale Iannuzzi (in arte "Capello") e il suo ultimo film "Sarà vero? Io non ci credo!"

Il maestro Pasquale Iannuzzi (in arte "Capello") in un'intervista in cui parla del suo ultimo film "Sarà luère? Jìe nen ce crede!" ("Sarà vero? Io non ci credo!"). L'ottavo da quando ha cominciato a sperimentare le riprese cinematografiche con una comparsa nel film-documentario diretto da Gianni De Mare e Dario de Rosario su Luigi Solfrano (detto "Jimmy il Fenomeno"), attore comico lucerino scomparso da poco che si è fatto sempre notare nei film-commedia all'italiana di Cinecittà a Roma.

Pasquale Iannuzzi, dopo aver descritto in questa intervista rilasciata al Frizzo le tappe che lo hanno portato a maturare la scelta di "Sarà vero? Io non ci credo" (la storia di due innamorati di Lucera raccontata tra il serio e il comico, una sorta di amore "quasi" impossibile alla Romeo e Giulietta), un lavoro che vedrà la prima come al solito al CineTeatro dell'Opera nel periodo natalizio, ha ricordato il suo lunghissimo percorso che lo ha visto prima vestire i panni della comparsa (l'ultima, breve, nel recente film di Pio e Amedeo "Belli ciao"), tuffandosi poi nella sperimentazione (con sei produzioni) del ruolo di produttore-regista-sceneggiatore (ormai nota, ai suoi concittadini, la saga "Il segreto del boss" girata in tre film-episodi).

In quest'ultimo biennio, Iannuzzi ha visto crescere la propria notorietà grazie soprattutto alla presenza sui social network (facebook su tutti), tanto che ovunque vada ogni volta che si allontana dalla sua Lucera viene fermato da tanta gente che gli chiede un selfie (ormai più gettonati degli autografi).

Importantissima l'amicizia nata con gli attori comici foggiani (diventati famosi con la serie "Immigratis" che andava in onda nella prima fase in seconda serata) Pio e Amedeo e con uno dei promotori di quella serie, il lucerino Sergio Catapano. Grazie a loro "Capello" è stato ospite nel programma "Felicissima sera" diretto da Pio e Amedeo i quali hanno messo di fronte nientemeno che Raoul Bova al maestro Iannuzzi per una gag evocativa della saga "Il segreto del boss". Fu in quella occasione che Iannuzzi parlò del suo film di prossima uscita a Natale ottenendo durante la trasmissione una donazione di 8.000,00 euro. A quella apparizione seguì la visita inaspettata del postino in bicicletta (ai lucerini non sfuggì, una sera di alcuni mesi fa, la presenza in piazza Duomo di quello speciale "missionario") del programma "C'è posta per te" - dove poi "il maestro" fu ospite - condotto da Maria De Filippi.

Ad agosto il cast di "Sarà vero? Io non ci credo!" si ferma per dar modo ad ognuno di godersi una pausa estiva tra feste patronali, mare e montagna.

L'appuntamento è a settembre con la ripresa delle… riprese.

P.S. (Si precisa che nell'intervista si fa menzione erroneamente all'associazione Liu.Bo., a Massimo Patella e a Francesco Tozzi).

La redazione

Video in Primo Piano

Meteo

Le previsioni del Frizzo

PREVISIONI - LUCERA