‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
Teatro
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
I Teatrini presenta: “Nella cenere”, liberamente ispirato a Cenerentola
Domenica 10 gennaio, ore 18:00, Oda Teatro. Stagione teatro famiglia 2009-10 “Tra Palco e Realtà”

Foggia, 05.01.2010 - Quando Cenerentola risorge dalle proprie ceneri. Per il terzo appuntamento della stagione teatrale per famiglie 2009-10 “Tra Palco e Realtà”, la Compagnia i Teatrini è lieta di presentare, domenica 10 gennaio alle ore 18:00 presso l’Oda Teatro, “Nella cenere”, racconto liberamente ispirato alla fiaba Cenerentola, per la regia di Giovanna Facciolo, con Amato de Serpis, Valentina Carbonara e Cristina Messese. Molto probabilmente Cenerentola è una tra le fiabe più diffuse nel mondo: sono infinite le versioni del racconto, il più antico infatti sembra essere addirittura di origine cinese.
Questa ricchezza è stata stimolo di molteplici suggestioni che hanno contribuito non poco alla traduzione drammaturgica e registica di questa compagnia che porta in scena una Cenerentola che vive tra cenere e polvere, che dorme arrotolata nel pentolone del focolare, e lì sogna. Sogna di andare al ballo, di uscire da quell’inferno dove ha perso tutto: la madre, l’amore del padre, la spensieratezza e l’agio in cui viveva, persino il nome. Sogna di riscattarsi da quella cenere che cosparge la sua esistenza, dalla sua condizione di sfruttata e dimenticata, da quelle terribili sorellastre che la costringono a sottostare ad ogni loro volere, secondo le regole del sempiterno bullismo, che come in ogni epoca, ruba ciò che non ha, sfruttandolo e umiliandolo.
E Cenerentola è tutto quello che le sorelle non hanno: è sensibile, paziente, piena di grazia, nonostante tutto quello che deve sopportare. Una grazia che viene dal cuore, che è la sua bellezza, la sua forza. Ed è tra la cenere in cui vive che, con l’aiuto della madre-fata, riafferra le sue radici, la sua identità sepolta, il filo per tessere il proprio destino. E finalmente crescere.

NELLA CENERE
con Adele Amato de Serpis, Valentina Carbonara, Cristina Messese
drammaturgia e regia: Giovanna Facciolo
scene: Roberto Crea
costumi: Elena Cavaliere, Stefania Virgulti
luci: Paco Summonte
audio: Francesco Rispoli

Biglietti
Intero: 5,00 euro
Pacchetto 4 spettacoli: 16,00 euro

Si ricorda che per tutti gli spettacoli della stagione teatrale, sia serale che per famiglie, è possibile acquistare i biglietti ON-LINE sul sito:
www.cerchiodigesso.it oppure www.teatropubblicopugliese.it.
Per contatti e info è possibile telefonare allo 0881.663147 oppure cliccare sul sito del Cerchio di Gesso.

La scuola delle mogli
di Molière

Stagione teatrale serale 2009-10. “Tra Palco e Realtà”. Martedì 12 gennaio ore 21:00, Teatro del Fuoco

Foggia, 05.01.2010 - Dopo la pausa natalizia riprendono gli appuntamenti della stagione teatrale serale 2009-10 “Tra Palco e Realtà” organizzata dalla Provincia di Foggia, Teatro Pubblico Pugliese e Cerchio di Gesso, Teatro di Dioniso, Fondazione del Teatro Stabile di Torino, con il contributo di Regione Piemonte, con il sostegno del Sistema Teatro Torino, con la collaborazione della Fondazione, Circuito Teatrale del Piemonte. Martedì 12 gennaio alle ore 21:00 sul palco del Teatro del Fuoco, andrà in scena lo spettacolo “La scuola delle mogli” di Molière, di e con Valter Malosti. Erano gli anni dei primi ampliamenti di Versailles e Parigi a quel tempo fu percorsa da una vera e propria guerra santa a favore o contro un nuovo autore giunto dalla provincia. Per due anni, i salotti della capitale schernirono, adorarono, criticarono ogni verso, frase, doppio senso de La scuola delle mogli di Molière.
Il poliedrico artista torinese si accosta per la prima volta al grande autore francese: attraverso un processo di ri-creazione, cifra stilistica del lavoro di Malosti, confluiscono nello spettacolo elementi della Commedia dell’Arte ma anche della danza contemporanea, in una messinscena in cui la musica sarà fondamentale dando la possibilità “di creare vere e proprie oasi di solo movimento, per svelare l’urgenza di questi corpi in lotta, creando sdoppiamenti e rivelando il movimento interiore dei personaggi”.

La scuola delle mogli
di e con: Valter Malost, Mariano Pirrello, Valentina Virando
suono: Gi.U.Pi. Alcaro
luci: Francesco Dell’Elba
costumi: Federica Genovesi

Biglietti:
Platea: 23,00 euro
Galleria: 18,00 euro
Galleria ridotto (possessori Ikea Family Card e Agis Card): 16,00 euro
Studenti e Universitari: 12,00 euro

Si ricorda che è possibile acquistare ON-LINE i biglietti per lo spettacolo (e per tutta la stagione teatrale serale e per famiglie) sul sito:
www.cerchiodigesso.it oppure www.teatropubblicopugliese.it.

Per informazioni è possibile telefonare allo 0881.663147 oppure visitare il sito della compagnia, www.cerchiodigesso.it

Per il Cerchio di Gesso
Aurelio Andretta
Ufficio stampa

info@ilfrizzo.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.