Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

L'Avis di Lucera compie "trent’anni al servizio della vita"
Era l’8 febbraio 1988 e, anche a Lucera, nasceva l’Avis grazie alla volontà di un gruppo di pionieri e alla lungimiranza dei Dottori Vincenzo Cipriani, coordinatore sanitario, e Costantino Postiglione, medico trasfusionista

Lucera, 29.01.2018 - "Trent’anni al servizio della vita”. È questo lo slogan che vogliamo lanciare in occasione del nostro trentennale, e che ben rappresenta l’impegno costante profuso nella diffusione della cultura della donazione del sangue, del fare volontariato in silenzio, attivamente e nel pieno rispetto dell’altro. Le ventitré persone che, trent’anni fa, si riunirono nei locali della Scuola Infermieri Professionali, presso il “nostro” Ospedale “Francesco Lastaria”, sia pure animati da tanta buona volontà, non potevano immaginare quale forza di realizzazione avrebbe avuto quel sogno che le aveva portate a incontrarsi: il sogno di creare una rete di solidarietà che muovesse da un gesto piccolo, umile e concreto: il dono di parte del proprio sangue a favore di chi ne ha bisogno. E sono stati anche lungimiranti nell’aver concepito che anche a Lucera fosse l’Avis, come avveniva ormai da circa sessanta anni in tutta Italia, a promuovere la diffusione della cultura della donazione e della raccolta del sangue come gesto gratuito d’amore e di solidarietà civile.
Era l’8 febbraio 1988 e, anche a Lucera, nasceva l’Avis grazie alla volontà di un gruppo di pionieri e alla lungimiranza dei Dottori Vincenzo Cipriani, coordinatore sanitario, e Costantino Postiglione, medico trasfusionista.
Le attività di raccolta sangue, a cura dei volontari lucerini, sul territorio del comprensorio, sono state, da subito, intense e molto lodevoli, contribuendo a sensibilizzare la comunità, soprattutto i giovani, alla donazione e raccogliendo il sangue. L’azione di sensibilizzazione degli avisini lucerini è stata, anche, l’azione propulsiva per la nascita di diverse altre benemerite consorelle comunali del nostro comprensorio, tale da riuscire a conseguire e mantenere, negli anni successivi, l’autosufficienza delle scorte di sangue.
L’Avis Comunale di Lucera, intitolata a Michele Sardella, uno dei primi e infaticabili collaboratori del dott. Postiglione, è stata sempre e rimane disponibile a forme di collaborazione con coloro che si impegnino a sviluppare, fortemente, l’interesse della collettività per i temi della solidarietà come valore civico e di rilevanza sociale, come la donazione di sangue. Su questi presupposti, si sono sviluppate diverse preziose collaborazioni: con le parrocchie, con le scuole, con le associazioni del territorio, con le amministrazioni comunali, tuttora molto attive.
Oggi l’Avis Comunale di Lucera annovera circa cinquecento donatori effettivi e svolge la sua attività sociale sul territorio comunale e non solo: anche nei comuni limitrofi; e, pur tra tante difficoltà, la raccolta annua è sempre lusinghiera e garantisce una buona autosufficienza alle richieste di sangue. Ciò ci rafforza nel convincimento che la politica di sensibilizzazione al dono del sangue, finora svolta, va nella giusta direzione.
Il nostro “GRAZIE!” va ai soci fondatori, alcuni dei quali non sono più tra noi, per la felice intuizione di affidare all’Avis la funzione di formazione alla cultura della donazione e della raccolta di sangue, alla comunità cittadina per il sostegno sempre dimostrato e, soprattutto, ai tanti generosi donatori che hanno aderito in questi trent’anni e che hanno reso possibile la realizzazione di un miracolo d’amore: la raccolta anonima, associata, periodica e gratuita, di migliaia di sacche di sangue che hanno alleviato tante sofferenze e salvato molte vite umane.

AVIS Comunale “M. Sardella” Lucera



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.