Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

La "Manzoni-Radice" chiude in grande l'anno tra colori e musica nella cornice di Piazza Duomo
Atmosfere di rara bellezza nel "salotto di pietra": ospiti graditi Massimiliano Maiucchi e Alessandro D'Orazio, due artisti che nell'ambito di un progetto editoriale si sono esibiti in una kermesse che ha messo insieme favola e musica: "La musicastrocca"

Lucera, 01.06.2017 - Martedì 30 maggio alle ore 17:00 ha avuto luogo in Piazza Duomo a Lucera la manifestazione finale “MaggiOdoroso” dell’Istituto Comprensivo “Manzoni-Radice” sotto l’egida della Dirigente Anna Maria Iorio. Un appuntamento, diventato ormai tradizione, che ha fatto incontrare ai piedi della Cattedrale, allievi, docenza, dirigenza, genitori e cittadini per condividere progettualità, canti, balli e giochi. La scelta della sublime “Agorà” lucerina come location è stata strategica e si riporta al pensiero dell’autore Jostein Gaarder che nel suo romanzo “Le ragazze delle arance” diceva “…me ne stavo a guardare tutte le persone, che andavano e venivano sulla Piazza. Pensai che il mondo è un bel posto. Ogni singola persona in questa piazza era come un tesoro vivente, una cassa del tesoro piena di pensieri, ricordi e segni”. Insomma una piazza è il luogo dove le singole individualità diventano collettività.
Quest’anno l’evento, che ha saputo fondere favola e musica in un connubio inscindibile, ha proposto quale fiore all’occhiello “La musicastrocca”, un progetto editoriale ed uno spettacolo del duo Massimiliano Maiucchi e Alessandro D’Orazio, che per l’occasione sono giunti a Lucera come ospiti della kermesse. Maiucchi, in arte Julli, è autore di oltre 1.600 testi favolistici, è animatore, clown, cantastorie e giocoliere parolistico che sprona il suo baby pubblico a completare frasi e a giocare con le parole coadiuvandosi con rime e gesti plateali; D’Orazio invece è il musicista o artista-musico, diplomato al Conservatorio, che mette in nota le filastrocche di Maiucchi. Questi due personaggi hanno duettato insieme con risultati strepitosi, dando vita ad un concerto tutto da cantare, mimare, ballare e drammatizzare. Una festa gioiosa che ha coinvolto adulti e piccoli in vari momenti ludico-didattici. La canzone “La Musicastrocca” si proponeva di far conoscere note e musica e di ballare uno splendido valzer; la “Filastrocca da mimare” promuoveva l’uso del corpo per rappresentare le rime della canzone; la “Filastrocca” presentava l’occasione di giocare con la paura immaginando di essere bosco, lupo, pipistrello e strega; e con il “Bosco stellato” è stato fatto l’esperimento di ascoltare ad occhi chiusi un racconto musicato tra lucciole e folletti con l’obiettivo di esprimersi e di raccontare cose e sensazioni.

La scuola primaria inoltre ha presentato un percorso olfattivo “Good smell… bad smell” con angolo lettura e tanti stand specifici. Le classi prime si sono cimentate in un laboratorio sensoriale “In tutti i sensi” laddove ogni bambino diventava “treno” che viaggia sui binari dei cinque sensi guidati da capistazione di eccellenza ovvero dal linguaggio scientifico e dalla lingua inglese. Con le classi terze si è viaggiato virtualmente nel “Coding time” o pensiero computazionale che alla fine ha permesso di generare meraviglie attraverso la programmazione di linee di codice. Sempre alle terze classi è stata affidata la degustazione di merende bilanciate e spremute sulle note di un curioso “Alimentaris Karma”. Le classi quarte hanno pilotato il progetto in lingua inglese “E-twinning my meravellous journey” con il coinvolgimento di molti Paesi del mondo e la presentazione di alcune danze europee. Infine le classi quinte hanno elargito girandole e colori con il progetto “ON the road”. Presente anche la scuola media di primo grado con la performance “Tatoo? Anche tu? L’arte in faccia, Scelta di classe, il cinema sulla bocca”. Tanti stand per tante sfumature di apprendimento e di verifica di apprendimento nell’ambito dei diritti dei bambini.

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.