Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

Padre Angelo Cuomo: nel centenario della sua nascita

di Florindo Di Silvio

Infaticabile la sua opera di evangelizzazione, soprattutto nel mondo dei giovani, innumerevoli le opere di carità

Lucera, 13.08.2015 - Narrare la vita di questo grande uomo non è facile come molti possono pensare. Nasce nella ridente cittadina di San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, dalla modesta famiglia di Nicolangelo Cuomo e Rosa Panico, il 13 Agosto 1915. Viene battezzato il 19 Agosto nella parrocchia di San Giuseppe. Dal 1922 al 1927 frequenta la scuola elementare del paese, quindi si iscrive alla scuola media di Ottaviano. Già dal 1928 sono arrivati a San Giuseppe Vesuviano i Giuseppini del Murialdo, i quali hanno assunto la conduzione del Santuario di San Giuseppe. Si prepara con fervida fede alla prima comunione e poi alla cresima che riceve il 20 marzo 1930. Iscritto quale aspirante all’Azione Cattolica, viene chiamato a far parte della dirigenza dal Giuseppino Padre Agostino Carraretto, Assistente dell’associazione maschile. Il 26 agosto 1931, all’età di 16 anni, lascia il Ginnasio di Ottaviano ed entra nel Seminario dei Giuseppini di Rivoli Torinese. Terminati gli studi liceali a Ponte di Piave, prima di iniziare gli studi di Teologia deve fare, come prescrive la regola dei Giuseppini, tre anni di tirocinio pratico. Il primo anno va a Treviso, presso il Patronato di San Nicolò, dove conosce un’opera giovanile completa di teatro, campi sportivi e scuola.
Negli anni 1936-37, ancora chierico e nel pieno vigore degli anni, viene inviato dai Superiori a Lucera. Qui, nell’oratorio di Santa Caterina, il giovane chierico Angelo Cuomo ha il primo contatto con la città, che diventerà il campo di apostolato di tutta la sua vita. Per lui l’impatto con la disadorna ed angusta dimora di Santa Caterina non deve essere stato molto facile. Nel 1948-49 la Congregazione decide di chiudere l’oratorio di Santa Caterina di Lucera. Allora Padre Angelo getta le basi di un grandioso e audace progetto: la costruzione di un’Opera Nuova dedicata a San Giuseppe, dotata di locali ampi e moderni, di una Chiesa, di sale da gioco, di un cine-teatro, di una palestra coperta, di campi sportivi. Per la realizzazione del sogno di Padre Angelo interviene prontamente S. Giuseppe, facendo maturare nell’animo dell’avv. Giuseppe Zurro e della sorella Carmelina la decisione di donare il terreno per l’Opera Nuova. Siamo nel 1950 ed il Papa dell’epoca, Pio XII, indice l’Anno Santo e il 19 marzo dello stesso anno c’è la posa della prima pietra. Adesso occorrono i soldi, tanti soldi. Per trovare i fondi necessari, Padre Angelo lancia la campagna del “mattone” ed il popolo di Lucera risponde con generosità. Ogni mattone ha una sua storia, un suo nome, del giovane, del ragazzo… a cui è dedicato. Nell’aprile del 1955 hanno inizio i lavori del cine-teatro che terminano nel 1957, ma a settembre dello stesso anno Padre Angelo è nominato Provinciale della Provincia Romana, incarico tenuto sino al 1966. La cittadinanza, seppur felice per il riconoscimento del lavoro fatto da Padre Angelo, soffre per la sua partenza. Ma Padre Angelo non sa stare lontano dalla sua Lucera e trova occasioni per ritornare e stimolare tutti per proseguire nel completamento dell’opera. Il nuovo incarico dà a Padre Angelo anche la possibilità di incontrare i Lucerini sparsi per l’Italia. Il 19 Marzo del 1959 viene inaugurato il cine-teatro. Ora non manca che la chiesa per il completamento del sogno, divenuto realtà, di Padre Angelo. Il 19 marzo del 1961 si celebra la posa della prima pietra della erigenda Chiesa Parrocchiale “CRISTO RE e S. ISIDORO agricoltore”. L’8 dicembre 1964, festa dell’Immacolata Concezione, la Chiesa viene ufficialmente inaugurata ed aperta al pubblico nel popolare quartiere di Porta Croce. L’Opera Nuova è completata e ieri come oggi è una grande realtà per tutti i lucerini.

Dal 1966 al 1972 Padre Angelo è Direttore Parroco dell’Opera San Michele di Foggia. A Lucera, intanto, continua, seppur lentamente, il completamento del progetto iniziale; il 19 marzo 1969 viene posta la prima pietra della Palestra coperta, fortemente voluta da Padre Michele Palmieri e dall’ex allievo prof. Antonio Rinaldi. Il 7 settembre 1972 Padre Angelo ritorna a Lucera. Nonostante i tempi siano notevolmente mutati e si vive un momento di crisi, Padre Angelo non si arrende e continua ad operare e a costruire in silenzio. Il 19 marzo 1973 viene completata la palestra e il 19 marzo 1975 viene inaugurata la scuola materna.
Infaticabile la sua opera di evangelizzazione, soprattutto nel mondo dei giovani, innumerevoli le opere di carità. È instancabile e con il suo meraviglioso sorriso vince sempre. Il 12 febbraio 1986 il sindaco, dott. Vincenzo Di Siena, ex allievo di Padre Angelo come la maggior parte dei consiglieri, gli conferisce la cittadinanza onoraria.
Martedì 2 gennaio 1990 alle ore 4:30 Padre Angelo torna alla casa del Padre e con il suo indimenticabile sorriso continua a vegliare sulla sua “Opera” e sulla sua amata Lucera.

Florindo Di Silvio



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.