Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

Cremeria Letteraria con "Cade la Terra", di Carmen Pellegrino
Tra i suoi temi di indagine più recenti centrale è quello dei borghi disabitati e delle rovine di antichi insediamenti, attraverso il cui studio ha gettato le basi per una scienza dell’abbandono come forma di recupero alla coscienza del vissuto storico dei luoghi

Lucera, 11.12.2015 -Sabato 12 dicembre alle ore 20:00 sarà un’altra serata di grande livello e al femminile per Cremeria Letteraria. Al civico 18 di Piazza Duomo, presso la Cremeria al Duomo, sarà ospite infatti la scrittrice Carmen Pellegrino, autrice del libro “Cade la Terra” (Giunti Editore), finalista e terzo classificato al Premio Campiello 2015.
È la storia di un paese abbandonato e della sua ultima abitante, Estella, ma è soprattutto la storia di chi resiste quando “Cade la Terra”.
Un romanzo di passione e di solitudine, di atmosfere e di magie, di sogni e di amore, dove il confine tra la vita e la morte è una trincea scavata in una terra dura che cammina verso valle.
Alento è un borgo abbandonato che sembra rincorrere l’oblio, e che non vede l’ora di scomparire.
“Cade la Terra” è un romanzo che acceca con la sua limpida luce gli occhi assonnati dei morti: sembra la luce del tribunale della storia, ma è soltanto il pietoso tentativo di curare le ferite di un mondo di “vinti”, anime solitarie a cui non si riesce a dire addio perché la letteratura, per Carmen Pellegrino, coincide con la loro stessa lingua nutrita di “cibi grossolani”. Seppellirli per sempre significherebbe rimanere muti.
Carmen Pellegrino è storica e scrittrice italiana (nata a Polla nel 1977).
Studiosa eclettica, ha indagato alcuni dei nodi salienti della modernità, concentrando i suoi studi sui movimenti collettivi di dissidenza e focalizzando successivamente le sue ricerche sul razzismo, l’esclusione sociale e le condizioni di sfruttamento dei migranti. Nel 2011 ha curato con Cristina Zagaria il volume “Non è un paese per donne: racconti di straordinaria normalità”, in cui ha pubblicato un saggio su Matilde Sorrentino.
Tra i suoi temi di indagine più recenti centrale è quello dei borghi disabitati e delle rovine di antichi insediamenti, attraverso il cui studio ha gettato le basi per una scienza dell’abbandono come forma di recupero alla coscienza del vissuto storico dei luoghi.
Con Carmen Pellegrino “l’abbandonologia” diviene scienza poetica. Ora questo modo particolare di guardare le rovine, di cui molto si è parlato sui giornali e su Internet, ha il suo romanzo: questo di cui sabato sera si parlerà e si leggerà in “Cremeria Letteraria” per un appuntamento da non perdere.
Presenta Raffaella Gambarelli.
Info e prenotazioni: 3273509326 – 3470850970.

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.