Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

Un matrimonio da fiaba con la carica dei 600
Una giornata indimenticabile, oseremmo dire; “il matrimonio dell’anno” se non proprio del secolo, di cui certamente se ne parlerà a lungo

Alberona, 14.08.2012 - Matrimonio da fiaba ad Alberona come non se ne vedevano da tempo. Un sogno che diventa realtà, due giovani che decidono di unire le loro vite ed un intero paese che fa da cornice e da supporto. Questi sono gli ingredienti basilari per la storia incantata che stiamo per raccontarvi. Mercoledì 8 agosto 2012 si sono promessi amore eterno nella Santissima Chiesa Madre del presepiale paesello, l’imprenditore agricolo Alfonso Panzano e Donatella Cilenti.
E fin qui nulla di strano se non fosse che l’evento, tanto atteso, ha visto la partecipazione di circa seicento invitati tra parenti, amici e operatori. Metà borgo insomma, se si considera che Alberona conta attualmente 1012 abitanti. E il dato desta ancora più curiosità se si pensa che i tempi sono cambiati e che oggigiorno si tende a preferire festeggiamenti di nozze più ristretti o addirittura tra intimi.
Ma, alla faccia delle tendenze, Alfonso e Donatella hanno optato per atmosfere fiabesche e altisonanti dove hanno fatto da scena gradite sorprese e un perfetto equilibrio tra novità e tradizione. Spettacolare è stato ad esempio il corteo dei numerosissimi ospiti che ha accompagnato gli sposi, all’uscita dalla chiesa, da Piazza del Popolo a Piazza Civetta per i due brindisi augurali, allestiti rispettivamente di fronte alla “Pro Loco” e dinanzi a Palazzo Civetta, organizzati dai parenti dei neosposini.
Altrettanto emozionante ed inaspettato è stato inoltre l’arrivo di un aereo “Piper”, nei cieli alberonesi, recante uno striscione con la scritta “Alfonso e Donatella oggi sposi” che non è davvero passato inosservato in quanto ha destato incredulità e tanta commozione. Una trovata decisamente insolita resa possibile grazie all’idea della sorella e del cognato dello sposo, nonché testimoni, Giuseppina Panzano e Luigi Minelli in concomitanza con gli amici Pasquale Russo e Pierino Di Carlo.

Ma le cose da raccontare non sono ancora finite. Altra piacevole novità ha riguardato i festeggiamenti in sala per il classico pranzo nuziale, allorquando sui tavoli dei commensali non c’erano addobbi floreali ma originali brocche in vetro contenenti pesciolini rossi. Proprio così: migliaia di “Carassius Auratus”, una specialità ittica comune a livello ornamentale domestico, simbolo di vita, allegria e movimento che è voluto essere un omaggio di Alfonso e Donatella a tutti coloro che hanno condiviso con loro la gioia per la nascita di questa nuova famiglia.
Una giornata indimenticabile, oseremmo dire; “il matrimonio dell’anno” se non proprio del secolo, di cui certamente se ne parlerà a lungo.
È una palese dimostrazione che non sono solo le cose brutte o i frequenti casi di cronaca a far notizia, ma anche eventi di normale routine sociale come un matrimonio.

Deborah Testa



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.