Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

Ancora una volta costretti a difendere il tribunale di Lucera
Giuseppe Agnusdei: ««Riteniamo che le conseguenze, purtroppo negative, di questa finanziaria bis, vengano per quanto possibile distribuite equamente tra la sede circondariale e le sedi distaccate»

Lucera, 07.10.2011 - "Processo penale e ruolo dell'informazione: processo mediatico?". Il convegno organizzato dalla Camera Penale di Lucera presieduta dall'avv. Raffaele Lepore, ha offerto l'occasione all'avv. Giuseppe Agnusdei, presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Lucera, di anticipare alcuni interessanti contenuti che di lì a qualche giorno, precisamente oggi 7 ottobre 2011, sarebbero stati trattati in un apposito incontro-dibattito sul tema "Geografia giudiziaria - Manovra economica - Ordinamento professionale" dalle ore 11:00 alle ore 13:00 nell'Aula della Corte di Assiste del Palazzo di Giustizia di Lucera.
«Voglio porgere i complimenti alla Camera Penale di Lucera, al presidente avv. Raffaele Lepore ed ai componenti il direttivo – ha esordito Agnusdei durante l'evento svoltosi dalle ore 9:30 alle ore 13:30 sabato 1 ottobre scorso presso il "Palace Lucera Hotel" – che hanno ben lavorato per questa organizzazione: un tema di straordinaria valenza». Quindi, ci ha tenuto a porre l'attenzione sul fatto che «non vi sono avvocati del Foro di Lucera che alimentano processi mediatici fornendo informazioni giornalistiche». E comunque «l'avvocatura del nostro circondario è attenta affinché gli avvocati rimangano consiglieri e non consigliori».
E via con con la nuova finanziaria che mette in seria discussione la geografia giudiziaria in Italia coinvolgendo, ovviamente, il Tribunale di Lucera. Si tratta della delega attribuita al Governo «affinché nell'arco di dodici mesi – ha affermato l'avv. Agnusdei – proceda ad una revisione della geografia giudiziaria italiana». Il problema? «I tagli delle spese con riduzione dei tribunali circondariali per quanto riguarda le sezioni distaccate e ancor più i giudici di pace» ha detto il presidente dell'Ordine degli Avvocati di Lucera che ha aggiunto: «Non possono essere soppressi i tribunali che sono sede di capoluoghi di provincia al 30 giugno 2011. Ci sono trenta tribunali provinciali che hanno dimensioni più piccole rispetto a quello di Lucera. Sotto diversi aspetti il nostro è un tribunale medio nel contesto dei 165 tribunali italiani e si colloca tra il 78º e l'88º posto».


Video dell'intervento dell'avv. Agnusdei

Altra prescrizione in delega: «Le Corti di Appello non possono sopravvivere – ha precisato Agnusdei – se hanno meno di tre tribunali. Nella Puglia i numeri sono grandi:la nostra regione è la quarta in Italia. Il distretto a cui facciamo capo ha quattro tribunali: Bari, Foggia, Trani e Lucera. Se Lucera si trovasse in qualunque altro posto del Paese, non sarebbe mai quel quarto tribunale di una Corte di Appello esposta a rischio soppressione». Il discorso cade, allora, sull'efficienza, aspetto che non sarebbe stato preso in «ottima considerazione dalla legge delega». Se Lucera, per esempio, «facesse riferimento alla Corte di Appello di Campobasso, sarebbe il tribunale principale di quel territorio trovandosi nella condizione di maggiore grandezza». Ma tornando al territorio in cui oggi si trova ad operare il tribunale di Lucera «abbiamo oggi due sezioni distaccate: Apricena e Rodi Garganico. Prese a sé, ognuna di queste sezioni risulta più grande rispetto ad almeno venti tribunali circondariali esistenti in Italia».
L'organico: «Lucera conta in organico sedici magistrati in aula giudicante, ma registra alcune scoperture». Sono infatti dodici i magistrati che stanno svolgendo le loro funzioni, considerando anche che vi sono casi di maternità ed aspettative.
Infine, citando il deliberato adottato dall'Ordine che presiede e firmato dal presidente del tribunale di Lucera dott. cons. Giuseppe Pellegrino (leggi il documento), Agnusdei ha detto: «Riteniamo che le conseguenze, purtroppo negative, di questa finanziaria bis, vengano per quanto possibile distribuite equamente tra la sede circondariale e le sedi distaccate».

Roberto Notarangelo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.