Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

La benedizione della cella di S. Francesco Antonio Fasani
L'evento nell'Anno Fasaniano - 25º della canonizzazione del Padre Maestro di Lucera

Lucera, 24.11.2011 - Sabato 26 novembre, al termine di una celebrazione eucaristica prevista alle 10:30 nel santuario di San Francesco Antonio Fasani, verrà benedetta la cella dove visse e morì il Padre Maestro di Lucera. La struttura venne ufficialmente retrocessa al convento della comunità dei frati minori conventuali di Lucera il 16 novembre 2010, dopo 144 anni di attesa, ossia da quando il Demanio dello Stato aveva incamerato la stanza del santo lucerino dopo la soppressione degli Ordini religiosi, destinando parte dell’immobile alla casa circondariale, tuttora in piena attività.
A distanza di un anno, quindi, una nuova memorabile giornata seguirà quell’evento storico al quale contribuirono fattivamente la diocesi di Lucera-Troia e l’istituzione penitenziaria. A seguito del ritorno dei frati nel convento annesso alla chiesa di San Francesco nel 1932, la disputa tra i Minori conventuali e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria era diventata praticamente un contenzioso che sembrava non dovesse risolversi mai.
L’apertura della cella avverrà a conclusione del Capitolo provinciale straordinario (all’Oasi Betania dal 22 al 26 novembre) dei Frati Minori Conventuali di Puglia, alla presenza del ministro generale dell’ordine Marco Tasca, del ministro provinciale Michele Pellegrini e del vescovo della diocesi di Lucera-Troia Domenico Cornacchia che ha svolto un prezioso ruolo per la restituzione della stanza di circa 15 metri quadri in cui il santo lucerino ha vissuto per buona parte della sua vita, per poi tornare in cielo proprio da quel luogo la mattina del 29 novembre 1742.

I lavori di ripristino della cella permetteranno ora il suo utilizzo da parte della comunità conventuale per la preghiera quotidiana e solo in un secondo momento per le visite dei fedeli. L’evento rappresenta il degno preludio della conclusione dell’Anno fasaniano che terminerà proprio con la festa del santo nel giorno della memoria della sua morte, dopo dodici mesi di iniziative che hanno ricordato i 25 anni dalla canonizzazione del Padre Maestro di Lucera.

Ufficio stampa
Anno Fasaniano – Lucera



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.