Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

Il fondo librario del Comm. Lorenzo Dell'Osso donato alla biblioteca di Lucera
Il patrimonio librario della Biblioteca Comunale di Lucera è quantificato in 100.000 volumi, molti dei quali provenienti da donazioni di famiglie lucerine

Lucera, 23.12.2011 - La Civica Biblioteca di Lucera si arricchisce di un importante fondo librario proveniente dalla donazione della famiglia lucerina del compianto Comm. Prof. Lorenzo Dell’Osso, scomparso il 2 maggio 2009, fratello del Sen. Costantino.
Trattasi di un cospicuo numero di volumi (900 circa) di stampo prettamente umanistico, provenienti dalla libreria privata del Comm. Prof. Lorenzo Dell’Osso, che fu amministratore del Comune di Lucera, negli anni ’50 e assessore alla Provincia di Foggia negli anni ‘60 e ‘70.
La donazione libraria a favore dell’Istituzione Culturale di Lucera, fortemente voluta dalla benemerita famiglia Dell’Osso, è avvenuta in data 2 dicembre 2011 tra Don Carlo Dell’Osso, figlio di Lorenzo, e l’operatore della Biblioteca Comunale di Lucera, Michele Conte.
Vale ricordare che il patrimonio librario della Biblioteca Comunale di Lucera è quantificato in 100.000 volumi, molti dei quali provenienti da donazioni di famiglie lucerine:

• Libreria privata della famiglia De Nicastri (5.000 voll.), che costuì la fondazione della Biblioteca Comunale di Lucera, avvenuta nel 1817, per volontà del Marchese Cav. Gaetano De Nicastri.
• Libri delle Biblioteche delle Congregazioni Religiose (2.000 voll.) presenti a Lucera, che confluirono nel 1869 in quella Comunale, in seguito alla soppressione dei beni ecclesiastici.
• Nel 1904 si registrarono le donazioni delle famiglie: Bonghi, Iliceto, Nocelli, Gifuni, Bozzini, Prignano, Persico, Uva, Pitta.
• Nel 1930 la Municipalità Lucerina bandisce il concorso di direttore della Biblioteca Comunale di Lucera, al quale riuscì vincitore l’Avv. G. B. Gifuni (Lucera, 9 aprile 1891 – 8 luglio 1977). Durante la sua lunga attività di bibliotecario, durata 40 anni circa, Gifuni offrì preziosi manoscritti, di molto interesse per la storia patria dal 1806 al 1861, del suo bisavolo omonimo, che fu tra i benemeriti sindaci di Lucera. Egli riuscì ad assicurare alla Biblioteca, grazie alle sue conoscenze, numerosi libri di Edoardo Tommasone, Enrico Alfredo Russo, Francesco Lastaria. Gifuni nel novembre del 1948 riuscì ad introdurre nel fondo librario della Biblioteca Comunale di Lucera 2.000 libri e il carteggio privato di Antonio Salandra, quantificato in 6.500 lettere, attestati, diplomi e il diario dello Statista di Troia.

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.