‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra

Lucera. E venne il giorno dell'Ostensorio in oro tratto da un affresco di Raffaello Sanzio
Nell’anno dell’Eucaristia si è voluto tentare di prendere, staccandolo dal muro, l’Ostensorio che Raffaello ha dipinto

Lucera, 05.02.2009 - «La Arciconfraternita del SS. Sacramento e della Beata Vergine di Lourdes di Lucera, in occasione del 150º anniversario delle apparizioni di Lourdes, in segno di devozione alla Vergine Immacolata ha voluto realizzare un Ostensorio in oro da poter testimoniare nel tempo i sentimenti di gratitudine e di amore a Gesù Eucaristia».
È l’annuncio che viene diffuso dalla stessa Arciconfraternita lucerina per presentare quel gioiello, tratto dalla rappresentazione originale dell’oggetto in un affresco di Raffaello Sanzio da Urbino (“Disputa del Sacramento”), unico ad essere oggi realizzato in oro, più prezioso di un primo esemplare fatto in argento bagnato in oro – facente parte del Tesoro della Cappella Sistina in Vaticano – e già donato a Papa Ratzinger.
Dell’Ostensorio di Raffaello “Il Frizzo” si occupò con un’ampia recensione già il 15 agosto del 2008 (
leggi l’articolo). Quello che sarà presentato in questi giorni a Lucera è un piccolo capolavoro reso possibile grazie alla donazione del prezioso metallo da parte di numerosissimi fedeli della Chiesa di San Domenico retta da don Luigi Di Condio. Cinque chili e ottanta grammi di oro raccolto ed affidato alla preziose mani dei Fratelli Savi – ritenuta la moderna bottega del Vasari – per un risultato finale di tre chili e cinquecento grammi arricchito (in corso d’opera) con la incastonatura di cinque diamanti e pietre acquamarina.
La solenne benedizione e dedicazione dell’Ostensorio di Raffaello avverrà domenica prossima, 8 febbraio, alle ore 16:30, nella Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta in Lucera, quando una presenza d’eccezione, Sua Eminenza Rev.ma il Cardinale Giovan Battista Re (Prefetto della Congregazione dei Vescovi), presiederà la solenne Celebrazione Eucaristica al termine della quale sarà benedetto e dedicato l’Ostensorio. A seguire – come riportato nel pieghevole che pubblicizza l’evento –, una pausa di adorazione e benedizione eucaristica degli ammalati presenti.

L’Ostensorio di Raffaello

«Situato sull’asse centrale dell’intera opera – quasi dominante la parte inferiore – di Raffaello Sanzio da Urbino, si erge sull’altare l’Ostensorio.
Qui il cerchio costituisce una parte significativa, in quanto riproduce la forma dell’Ostia, ed è ampliato e ripetuto nella parte sovrastante, prima sullo sfondo dorato su cui spicca la colomba, poi nell’aureola che circonda il capo di Gesù.
Il senso di compatta unità, così ottenuto, trova nuova conferma nella dorata cornice dell’Ostia, alla corona di teste alate di putti che fa da cornice all’aureola del Cristo.
Lo sguardo dell’osservatore, anche distratto, si concentra sull’Ostensorio e nella particola che esso contiene, la quale reca al suo interno l’immagine del Gesù Crocifisso.
L’Ostia e l’Ostensorio rappresentano il fuoco e l’oggetto dei gesti dei personaggi, il tutto a riempimento della parte inferiore dell’opera. Raffaello regola minuziosamente i percorsi visivi necessari per una corretta interpretazione dell’opera e, al centro di essa, mette l’Ostia e l’Ostensorio.
Nell’anno dell’Eucaristia si è voluto tentare di prendere, staccandolo dal muro, l’Ostensorio che Raffaello ha dipinto.
L’idea di realizzare quest’opera nasce nella Prefettura della Casa Pontificia, in collaborazione con i Musei Vaticani che hanno trasferito su lucido il disegno dal vivo muro (operazione mai fatta prima d’ora), fornendo gli elementi necessari per il lavoro».

“Novena di preparazione”

• Dal 4 al 10 febbraio, nella Chiesa dei Sacramentini
• Ore 16:00 – Adorazione Eucaristica animata da vari gruppi ed Associazioni;
• Ore 17:30 – Solenne Benedizione Eucaristica;
• Ore 18:00 – Santa Messa con omelia.

7 febbraio

• Ore 18:00 – Santa Messa presieduta da Sua Ecc. Mons. Francesco Zerrillo, Vescovo Emerito di Lucera-Troia.

11 febbraio - Festa dell’Immacolata di Lourdes

Nella Chiesa dei Sacramentini:
• Sante Messe: ore 7:00, 8:00, 9:00, 10:00;
• Ore 11:30 – Santa Messa con supplica;
• Ore 16:00 – Adorazione Eucaristica e Benedizioni degli ammalati;
• Ore 17:30 – Processione con l’immagine dell’Immacolata di Lourdes aux flambaux; al termine, Santa Messa in Cattedrale presieduta da Sua Ecc. Mons. Domenico Cornacchia (Vescovo della Diocesi Lucera-Troia).

Roberto Notarangelo

Scrivete a info@ilfrizzo.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.