‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra

Dalla macchina alla casa, per Tutolo il passo è breve
Per la mattinata di domenica prossima 16 marzo, nella superba ambientazione di Piazza Duomo, interverrà la consegna alla Caritas Diocesana della Fiat Cinquecento messa in palio nel concorso a premi “Compra a Lucera” dal CIV “Botteghe del Centro” presieduto da Sergio De Mare

Lucera, 15.03.2008 - “Torna! Sta casa aspetta a te...”. Oltre a fungere da titolo per un’assai celebre motivetto d’ambientazione partenopea, quello citato potrebbe impancarsi a mo’ di slogan per l’istituendo concorso a premi, partorito dalla vivacità creativa di Antonio Tutolo.
Sì, proprio lui, l’operatore commerciale “fac totum”, che sta già pensando di estendere i confini di un’iniziativa promozionale dagli effetti indubbi. Sull’onda emotiva, ma non solo, che si fa risalire al successo riconosciuto alla kermesse pre-natalizia “Compra a Lucera”, la cui estrazione intervenuta domenica 6 gennaio si è rivelata infruttifera ai fini dell’assegnazione della nuova Fiat Cinquecento. Dal momento che il biglietto fortunato, serie BJ numero 059, ceduto presso il supermarket di prodotti alimentari VeGé di Consiglia Sansarella, posto in piazza Matteotti, non è stato restituito in tempo utile e a chi di dovere.
Ragion per cui, così come annotato dal regolamento istitutivo del concorso a premi, la vettura dell’anno verrà condotta in dono alla Caritas della Diocesi Lucera-Troia, nella scenografia di Piazza Duomo e nel pieno della mattinata di domenica prossima 16 marzo, tra le mani del Vescovo: Monsignor Domenico Cornacchia.
Fin qui l’aspetto cronachistico. Ma come rimettere in moto la macchina, quella soltanto figurativa s’intenda, che sovrintende alla messa in opera di una così ben riuscita manifestazione di pubblico trattenimento?
In primis, mettendo in palio una struttura alloggiativa, una casa ergo, per la terza uscita della lotteria-evento, la stessa che già dal suo primo apparire ha consentito il rilascio di qualcosa come 24mila e 700 “coupon”.
Molti di più, quelli staccati nel periodo tra il 2007 e il 2008, mentre ammontano a 45 mila i tagliandi ceduti stavolta, con oltre ottanta attività iscritte, rispetto alla cinquantina di un anno addietro.
Si tratterebbe di una proposta inusuale per i tempi correnti. Quali che ne siano i risvolti, giudicando dai numeri, alla data odierna se non altro, vi si assommano una discreta dote di adesioni di massima, quelle venute in parola, dagli esercenti lucerini. Tutti attesi, nei fatti, ad un ulteriore accrescimento partecipativo, con il plausibile contributo riveniente dalla robustezza del segmento alimentare, per cui sono già in corso le trattative del caso.
«Sarebbe a dir poco impagabile contribuire – se la fase ideativa dovesse compiersi nella sua pienezza – alla realizzazione di un bisogno e di un sogno primari qual è, di sicuro, quello abitativo» ha affermato, alla nostra testata, il leader del civismo antipoliticante “made in Lucera”.
Stando così gli accadimenti non rimane che porsi in attesa di buone nuove. Non si sa mai.
A far inizio da quelle che potrebbero investire la salute socio-economica e la spinta all’evasione ricreativo-culturale nella comunità di riferimento.
Impresa, quest’ultima, da far tremare vene e polsi. Ma qualcuno dovrà pur provarci.
Antonio Tutolo è già bello che avvisato.

Costantino Montuori

Scrivete a info@ilfrizzo.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.