‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra

“L'utopia possibile… Riflessioni a trent’anni dalla legge Basaglia”
La legge 180 aboliva definitivamente la pericolosità sociale, riconosceva la malattia mentale alla stessa stregua delle altre malattie e decretava la fine del manicomio

Troia, 23.04.2008 - Il Centro Salute Mentale 3 di Troia dell’ASL FG, in collaborazione con altri soggetti del mondo delle istituzioni, del no-profit, del volontariato e dello sport, in occasione del trentennale della legge 180, ha organizzato una serie di iniziative che sono racchiuse nel programma allegato (leggi i contenuti).
Il 13 maggio 1978 veniva varata la legge 180, detta anche legge Basaglia, dal nome dello psichiatra ispiratore. Con tale legge si avviava un processo, non solo di radicale trasformazione dell’approccio alla malattia mentale ed alle persone affette, ma di vera e propria rivoluzione culturale.
Al precedente modello manicomiale di assistenza psichiatrica, basato sulla segregazione, custodia e controllo dei malati di mente, veniva proposto quello territoriale, basato sulla integrazione, diritto alla cura ed autodeterminazione dei soggetti ammalati. Tale legge aboliva definitivamente la pericolosità sociale, riconosceva la malattia mentale alla stessa stregua delle altre malattie, decretava la fine del manicomio, chiudendo quelli esistenti e vietandone la costruzione di altri, riconosceva dignità e cittadinanza a donne e uomini affetti da disagio mentale, ormai alla deriva sociale, prevedendone il reale accesso, troppo spesso negato.
A distanza di 30 anni dalla sua entrata in vigore, appare doveroso soffermarsi a riflettere su cambiamenti e trasformazioni che ha determinato sulle istituzioni preposte alla tutela della salute mentale, sulla rete dei servizi prevista, ormai riconosciuta quale unica soluzione possibile, sul cambiamento di atteggiamento culturale nei confronti di ogni forma di diversità, sul contrastare le disuguaglianze, le discriminazioni e l’esclusione sociale, troppo spesso ad essa connesse, sulle resistenze ancora presenti per una sua piena ed autentica applicazione e sui possibili sviluppi futuri.
Per l’occasione, l’ASL FG attraverso il Centro Salute Mentale 3 di Troia, in collaborazione con la Provincia di Foggia – Assessorato al Turismo, Politiche Educative e Comunitarie e con altri soggetti del mondo delle istituzioni pubbliche e private, del no-profit, dell’associazionismo e dello sport (Comune di Foggia, Cooperativa “Futura”, Cooperativa “In Volo B”, Associazione “Tutti in Volo”, Cooperativa “Demos”, Trieste Associazione “Club Zyp”, ANPIS Associazione Nazionale Polisportiva per l’Integrazione Sociale, UISP), vuole promuovere alcune iniziative, che sono racchiuse nel programma “L’UTOPIA POSSIBILE… ovvero…  i cambiamenti, le trasformazioni, le resistenze, le contaminazioni, le riflessioni, sulla tutela della salute mentale in occasione del trentennale della legge 180” rivolte alla sensibilizzazione dell’intera collettività su tali questioni, cercando di aprire un dibattito sugli attuali modelli organizzativi e stili di lavoro, sulla qualità dei servizi esistenti, sulle modalità di utilizzo delle risorse in campo, sulla sempre più costante dissociazione cui assistiamo quotidianamente tra quello che si dice e quello che si fa, sulla sempre più costante riduzione delle pratiche per la salute mentale a semplice psichiatria.
L’iniziativa, inoltre, ha ottenuto i patrocini dell’Università di Foggia, del Forum Nazionale Salute Mentale, del Dipartimento Salute Mentale di Trieste, dell’UNASAM (Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale), dell’U.S. Foggia.
Gli eventi previsti sono:

• L’integrazione sociale attraverso lo sport, con l’obiettivo di promuovere i processi di integrazione sociale della persona affetta da disagio mentale attraverso la pratica sportiva. Tale evento vedrà il coinvolgimento di studenti di alcuni istituti scolastici del Subappennino dauno meridionale (Liceo Scientifico “G. Marconi” di Accadia, I.P.S.I.A “A. Pacinotti” e Liceo Classico “V. Lanza” di Bovino, I.P.C. “Olivetti” di Delicato e I.T.C. “P. Giannone” di Troia) che incontreranno operatori e fruitori del CSM 3 il prossimo 24 aprile per un confronto sulla salute mentale ed il successivo 12 maggio, per un quadrangolare di calcio, che vedrà in campo i seguenti gruppi sportivi: “Psyché” di Manfredonia, “Alto Tavoliere” di San Severo, “Tutti in Palla” di Foggia e “Itaca” di Troia.
La Corte dei Miracoli, che si svolgerà il prossimo 11 maggio 2008 a Foggia presso l’isola pedonale di Corso Vittorio Emanuele. Luogo di incontri, di partecipazione e di scambi di cose, idee, cultura, valori, oggetti, sentimenti, emozioni, per l’inclusione sociale di tutti e la valorizzazione della diversità, con la presenza di stand espositivi da parte di cooperative del Friuli e della Puglia, gruppi musicali e teatro di piazza.
• La Tavola Rotonda, che si terrà il prossimo 13 maggio, alle ore 18:00 nella sala del Tribunale della Dogana presso il Palazzo della Provincia di Foggia, con la partecipazione di soggetti appartenenti al mondo della salute mentale, della cultura, dell’informazione, dello sport, delle istituzioni pubbliche e private, sul seguente tema: “La legge 180 e le implicazioni sul modello di tutela della salute mentale: tra mito e realtà”.

Giuseppe Pillo
Ideatore del programma

Scrivete a info@ilfrizzo.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.