‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra

Bamboccioni tutti in piazza per il B-Day!
L’iniziativa che sta trovando eco su radio, giornali e tv si spera raggiungerà al più presto le orecchie di chi di dovere, dimostrando che non sono tutti bamboccioni o meglio che se pure lo sono dei motivi ci saranno

Lucera, 01.12.2007 - Il 4 ottobre il ministro dell’economia Padoa Schioppa sottolinea, durante un intervento alla Camera, come ci sia la necessità di mandare fuori di casa i “Bamboccioni”.
I chi? “I Bamboccioni”. Ha usato proprio questo termine offensivo il ministro Schioppa per alludere a tutti quei ragazzi tra i 20 e i 30 anni che vivono ancora con i genitori.
Tante le polemiche, suscitate da questa affermazione, da parte non solo dei componenti dei vari schieramenti politici ma soprattutto di tutti quei giovani che si sono ingiustamente sentiti offesi dalla ormai divenuta “celebre affermazione”.
Diverse le dichiarazioni di giovani. i quali hanno colto al volo la provocazione del ministro per manifestare il disagio che accusano nel vivere in una società la quale non solo non ti permette di trovare un lavoro anche dopo aver conseguito i relativi titoli di studio ma, addirittura, ti offende.
All’affermazione del ministro corrisponde anche la nascita sull’onda dell’indignazione di siti e blog come bamboccioni.myblog.it, bamboccioni.wordpress.com, bamboccioni.com dove è inutile spiegare qual è l’argomento trattato.
Dal sito www.cellulotto.org viene lanciato il B-Day (Bamboccione-Day), una proposta di manifestazione giovanile contro precariato e politica in tutte le piazze d’Italia che si terrà proprio oggi, 1° di dicembre.
«Una manifestazione è un modo, concreto e civile, per dimostrare che siamo bamboccioni non per scelta o filosofia di vita, bensì per costrizione, per forzature che non sono imputabili a nostre scelte personali o generazionali».
Queste le parole di un ragazzo di 24 anni, Luca Degli Esposti, ideatore e promotore dell’iniziativa.
I partecipanti dovranno indossare una maglietta con la scritta “Sono un bamboccione” da recapitare, una volta indossata, al ministro dell’Economia dentro ad una busta che indica come oggetto: “Mamma, me la lavi?”.
L’iniziativa che sta trovando eco su radio, giornali e tv si spera raggiungerà al più presto le orecchie di chi di dovere, dimostrando che non sono tutti bamboccioni o meglio che se pure lo sono dei motivi ci saranno: “lavoro precario e mal pagato e affitti alle stelle”.

Michele Nardella

Scrivete a info@ilfrizzo.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.