‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
TEATRO

La compagnia "I Takki a spillo" con "Cappuccetto rosso" e "Cenerentola"
La regia è stata curata da Tonio Sereno e Mirna Colecchia

Foggia, 02.12.2006 - Il gruppo teatrale “Takki a spillo” dell’associazione culturale “ScenAperta”, diretto da Mirna Colecchia e Tonio Sereno, dopo il notevole successo delle rappresentazioni al Teatro del Fuoco (Foggia) e alla rassegna estiva di Teatro dialettale presso il Centro commerciale Mongolfiera, ripropone al pubblico foggiano, rinnovate nella messinscena e nel cast degli attori, le due divertentissime pièce di Mirna Kolè, “Cappuccetto e il Rosso” e “C’è Nerentola”.
Lo spettacolo, che si avvale del patrocinio dell’Assessorato alla cultura del Comune di Foggia, come è noto, è un libero adattamento delle due note fiabe dei fratelli Grimm “Cappuccetto rosso” e “Cenerentola” ed è interpretato da Mirna Colecchia, Luigi Schiavone, Angela Ricciardi, Cinzia Citrarelli, Barbara Falcone, Gina Marella, Laura Savastano, Rocco Rampino, Lucia Turzillo, Palmo Ierardi, Erika Tacci.
La regia è stata curata da Tonio Sereno e Mirna Colecchia. Scene e costumi di Gilda Ariostino e Luigi Schiavone. Tecnico audio-luci Carlo Baldassini.
Lo spettacolo andrà in scena presso la sala-teatro della Parrocchia Beata Maria Vergine, in Via La Piccirella, domenica 3 dicembre, con repliche il 10 e 17, sempre con inizio alle ore 21:00.

Cappuccetto rosso

Trama della fiaba originale (da Wikipedia). La versione più nota della fiaba è quella dei fratelli Grimm, nella versione del 1857. Cappuccetto Rosso è una bambina che deve portare un cestino di vivande alla nonna ammalata. La mamma la ammonisce a non attraversare il bosco e a tenersi sulla strada, consiglio che Cappuccetto Rosso, malauguratamente, non segue. Nel bosco la bambina incontra un lupo che la inganna facendosi rivelare dove abita la nonna; precedendo Cappuccetto Rosso, il lupo si reca dalla nonna e la divora. All’arrivo di Cappuccetto Rosso, il lupo si fa trovare a letto, travestendosi e spacciandosi per la nonna, e con questo inganno riesce a divorare anche la bambina. L’arrivo di un taglialegna però risolve la situazione; l’uomo taglia la pancia della bestia e Cappuccetto Rosso e la nonna ne escono illese.

Cenerentola

Trama della fiaba originale (da Wikipedia). “Cenerentola” e la storia di una bellissima giovane che, alle seconde nozze del padre, viene privata del ruolo che le spetta nella famiglia e costretta a una vita di schiavitù domestica dalla crudele matrigna e dalle sorellastre. Costoro la odiano al punto di chiamarla solo col nomignolo “Cenerentola” (dalla cenere di cui la ragazza si sporca pulendo il camino). La vita di Cenerentola cambia quando giunge notizia che a corte si terrà un ballo durante il quale il principe potrebbe scegliere la sua promessa sposa. La ragazza viene vestita di un meraviglioso abito da sera e riesce a recarsi segretamente al ballo (nonostante il divieto della matrigna). Al ballo attira l’attenzione del principe. Poiché l’effetto dell’incantesimo è destinato a svanire a mezzanotte, Cenerentola deve fuggire di corsa al rintocco; nella fuga, perde una scarpina di cristallo. Il principe, ormai innamorato, trova la scarpina e proclama che sposerà la ragazza capace di calzarla. Il giorno successivo, incaricati del principe, girano dunque per il regno facendo provare la scarpina di cristallo a tutte le ragazze in età da marito, incluse le sorellastre di Cenerentola. Alla fine Cenerentola prova la propria identità e sposa il principe.

Segreteria: Sala-teatro della parrocchia
B. M. V. nei giorni di lunedì,
mercoledì e venerdì dalle 20:00 alle 21:00

info@ilfrizzo.it



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.