‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
TEATRO

Renato Curcio legge "Pagine di contrasto"
Curcio da anni gira l’Italia con i soci-amici della cooperativa e con i libri del catalogo

Foggia, 11.12.2006 - Sabato 16 dicembre alle ore 19:00 primo appuntamento con gli incontri letterari “Pagine di contrasto”, presso Oda Teatro, organizzati dalla Libreria della plebe. Protagonista Renato Curcio.
Renato Curcio è nato a Monterotondo in provincia di Roma nel 1941. È stato uno dei fondatori delle Brigate Rosse. Oggi è il direttore editoriale della cooperativa Sensibili alle foglie, casa editrice lanciata nel 1990. Da anni gira l’Italia con i soci-amici della cooperativa e con i libri del catalogo. Vanno dove li chiamano e dove ritengono necessario andare; nelle città, ma anche nei paesini piccoli e isolati dove una libreria non l’ha mai vista nessuno. Quello che fa Curcio è dare visibilità a “…quelli che sono considerati esuberi, alle persone senza voce”. Detenuti, immigrati, internati nei manicomi giudiziari, portatori di handicap. E vecchi. “Sì, vecchi che nessuno vuole, esuberi appunto che non servono e che devono restare invisibili”.
Sensibili alle foglie è una cooperativa di produzione e lavoro, ma è anzitutto un modo di guardare, un modo di cercare, un modo di porre domande sui vissuti delle esperienze estreme, sui dispositivi totalizzanti che sono all’opera nelle istituzioni, sulle risposte adattative e sulle risorse creative delle persone che le attraversano.
Tra le iniziative della cooperativa c’è il Progetto memoria. È la più vasta e rigorosa ricerca a carattere documentario, storico, socio-statistico e bibliografico, sull’esperienza armata di sinistra degli anni ‘70 in Italia. Si propone di fornire fonti documentarie complete e verificate a chiunque voglia concedersi un viaggio di conoscenza entro un territorio rimosso, ancora in gran parte da esplorare. Ha prodotto 5 volumi e offre un seminario informativo di approfondimento sui passaggi salienti di quella esperienza.
Per le edizioni Sensibili alle foglie Curcio ha pubblicato: nel 1990, con S. Petrelli e N. Valentino, Nel Bosco di Bistorco; nel 1993, La Soglia; nel 1995, Metrò; nel 1997, Reclusione Volontaria; nel 2001, con N. Valentino, Nella Città di Erech; nel 2002, L’Azienda Totale; nel 2003, Il dominio flessibile; nel 2005, Il consumatore lavorato.
Ingresso gratuito.

Per Cerchio di Gesso-Oda Teatro
L’Ufficio Stampa - Giovanna Maffei

Domenica 17 dicembre con Toni Candeloro
Una serata da non perdere per gli amanti della danza ma non solo

Foggia, 11.12.2006 - Cambio di programma per la stagione di teatro in serale presso l’Oda Teatro. Domenica 17 dicembre alle ore 19:00, Toni Candeloro, grande danzatore pugliese della compagnia Balletto di Puglia, sarà protagonista di un importante appuntamento di danza dal titolo “Gravidanze e Omaggio a Tito Schipa” sostituendo lo spettacolo “Linee d’inverno” con Giorgia Maddamma, produzione “Balletto di Puglia” che invece sarà posticipato a domenica 25 febbraio.
Una serata da non perdere per gli amanti della danza ma non solo. Toni Candeloro, insieme alle due interpreti Francesca Pili ed Enrica Di Donfrancesco, ospiti per la prima volta dell’Oda Teatro, lasceranno il pubblico senza fiato per la loro interpretazione
- In Gravi-danze, due soliste del “Balletto di Puglia”, realmente in gravidanza qualche mese fa, raccontano in una intervista coreografica i dubbi, le voglie, le preoccupazioni di una donna ballerina prima e dopo il parto tra il divertito e il poetico, alla ricerca di nuovi spazi, scuse e progetti per ritornare in “forma”.
- Un omaggio a Tito Schipa, grande voce pugliese del melodramma del ‘900, rivisto e interpretato da Toni Candeloro in una personalissima visione in scene di passionale intimità svelata.
“Gravidanze e Omaggio a Tito Schipa” sarà il primo di tre appuntamenti dedicati alla danza. I prossimi saranno “Linee d’inverno” con Giorgia Maddamma il 24 febbraio e “Zuppilia”, con Maddalena Scardi sabato 14 aprile. Chi fosse interessato a questi tre spettacoli dedicati alla danza può acquistare un mini abbonamento al costo di 21,00 Euro.
Toni Candeloro inoltre terrà un masterclass nei giorni 23 e 24 febbraio dalle 15:30 alle 18:00 presso l’Oda Teatro di Foggia, per una durata di due giorni, per giovani allievi di corsi medi e avanzati. Il laboratorio prevede un’analisi approfondita della lezione classica: sbarra e centro sino a variazioni di repertorio classico. Toni Candeloro concluderà con una conferenza sulla storia della danza dal titolo “Dal Romanticismo alla Modernità”.
Sono aperte le iscrizioni. Per informazioni: tel.: 0881/663147 o visitare il sito Internet www.odateatro.it

Toni Candeloro, ballerino instancabile del ‘900

Foggia, 11.12.2006 - Toni Candeloro è uno dei ballerini di spicco sulla scena europea di oggi. Da qualche anno dirige alacremente e con successo la compagnia Balletto di Puglia, coordinata dall’Associazione Michel Fokine, di cui lo stesso Candeloro è il fondatore; presenta diversi programmi teatrali e spettacoli, talora correlati a mostre ed eventi culturali, presso i più prestigiosi teatri ed enti lirici italiani ed internazionali; per esempio, nel recente passato, il Centro de la Villa di Madrid, il Centre Erik Satie di Parigi, il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro Regio di Torino ecc.; consueta è poi la partecipazione ai grandi Festival, come quelli internazionali di Cuba, Miami (USA) e Biarritz (Francia).
La compagnia è unica in Italia ad avere un repertorio di titoli così noti e al tempo stesso così ricercato e a proporre al pubblico una personale e suggestiva ricostruzione dei Balletti Russi di Diaghilev, di cui lo stesso Candeloro è ritenuto uno dei pochi esperti rivisitatori. L’artista inoltre mette a disposizione dell’Associazione una delle più ricche collezioni private europee di stampe, libri, costumi, programmi, disegni e altro sulla danza dal ‘600 alla metà del Novecento, dal Barocco al Romanticismo, fino ai Balletti Russi: Collezionando l’Effimero, che a volte viene esposta interamente o frazionata in diversi settori. La collezione possiede non solo rarità strettamente attinenti alla danza, ma anche disegni e bozzetti di Jean Cocteau, Leonor Fini, Antoni Clavé ed altro.
Insieme con Toni Candeloro si esibiscono col Balletto di Pugliaartisti di prestigio quali Luciana Savignano, Lorna Feijóo, Raffaella Renzi, Alessandro Molin, Marco Pierin ed altri.
La compagnia, che è riconosciuta, fin dal suo primo anno di attività, dal Ministero per i Beni Culturali, ha al suo attivo tournée nazionali ed internazionali, oltre ad essere impegnata in ideazioni di “prime” ed eventi culturali con l’apporto di diverse personalità dell’arte e della cultura in generale.
È considerato uno dei danzatori italiani di spicco sulla scena europea di oggi; pubblico e critica ne hanno spesso sottolineato la singolare presenza scenica, giovanile ed intensamente espressiva. Accanto ad una carriera internazionale di danzatore classico e moderno, il suo desiderio innato di “andare oltre” lo ha condotto ad una ricerca di coreografie desuete presentate in spettacoli originali di cui è stato ideatore ed interprete (come quelli su o sul repertorio Ballets Russes).
Danza in prestigiosi teatri e festivals, in Italia (Fenice di Venezia, Arena di Verona, Regio di Torino, Festival di Spoleto, Verdi di Trieste, Comunale di Bologna ecc.) come in Francia, Stati Uniti, Spagna, Germania, Russia, Cuba. Partner di Alessandra Ferri, Evelyne Desutter, Galina Panova, Luciana Savignano, Lucia Lacarra, Lorna Feijóo e il mitico Ballet Nacional di Cuba, Carla Fracci e la sua Compagnia.
Numerosi i suoi successi, a partire dal debutto all’Arena di Verona in una creazione di Birgit Cullberg. Fa parte poi del Ballet de Nancy, dell’Opera di Zurigo e di Bonn, ospite in prestigiose Compagnie internazionali. Il profilo greco e la drammaticità innata lo fanno interprete di un Ikarus di Pierre Wyss all’Opera per la televisione tedesca su musica composta per lui da Rolf Ringger. Altri grandi compositori gli affidano le loro musiche, da Sauguet a Bussotti, da Morricone a Cage.
Riceve il Premio Espressione Europa, il Premio Positano per la Danza e il Premio Paladino della Regione Sicilia.
Con un gruppo di artisti affermati in diverse discipline crea eventi prestigiosi, come un balletto su coreografie di Anna Cuocolo nella Sala Nervi in Vaticano e in Piazza San Giovanni in Laterano alla presenza di Giovanni Paolo II e di un grande pubblico.
Fonda il Balletto di Puglia, che porta in tournée in Italia e all’estero. Ha iniziato inoltre un appassionato lavoro d’ideazione di spettacoli dall’originale carattere di concerto di danza ispirato ad epoche o autori riscoperti con gusto di oggi; un particolare successo hanno avuto i suoi Omaggio a Fokine e Perdutamente Novecento.

Per Cerchio di Gesso-Oda Teatro
L’Ufficio Stampa - Giovanna Maffei

info@ilfrizzo.it



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.