‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra

L'Avv. Raffaele Lepore eletto tra i 13 membri della Giunta dell'Unione Camere Penali Italiane
Il Prof. Avv. Oreste Dominioni è il nuovo Presidente che ha preso il posto dell'uscente Avv. Ettore Randazzo

Lucera, 11.10.2006 - Dal 6 all’8 ottobre si è svolto ad Ancona l’XI Congresso Straordinario Nazionale dell’Unione Camere Penali Italiane (annualmente, invece, si tiene quello ordinario) per eleggere, come di consueto, le nuove figure del Presidente e della Giunta. A cedere il posto di Presidente al Prof. Avv. Oreste Dominioni (per statuto, visto che il mandato può durare massimo due bienni) è stato l’Avv. Ettore Randazzo di Siracusa.
Ma la notizia che riguarda più da vicino la città di Lucera è senza dubbio la nomina, avvenuta durante la tre giorni di Ancona, tra i 13 membri della Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane dell’Avv. Raffaele Lepore. Rivestire un ruolo come componente di quella Giunta, infatti, è un po’ come essere un Ministro di un governo centrale a quanto pare.
L’Avvocato Raffaele Lepore ha già avuto esperienza locali in merito, rivestendo per ben tre bienni la carica di Presidente della Camera Penale di Lucera, di cui è stato, tra l’altro, uno dei maggiori soci fondatori. C’è da aggiungere, oltretutto, che Lepore faceva già parte dell’organismo di controllo nazionale dell’Unione Camere Penali Italiane.
Ecco come la notizia in breve è apparsa sul sito www.camerepenali.it: «La partecipazione degli associati è stata massiccia: i lavori congressuali hanno infatti visto la partecipazione di più di 400 Colleghi intervenuti da tutta Italia, mentre 99 sono risultate le Camere Penali regolarmente accreditate per un totale di 253 delegati. Al termine dei lavori è stata eletta la nuova Giunta che guiderà l’Unione nel biennio 2006-2008. Presidente dell’Unione è l’avv. prof. Oreste Dominioni; vice presidente l’avv. Beniamino Migliucci; segretario l’avv. Renato Borzone; tesoriere l’avv. Lodovica Giorgi; componenti della Giunta i Colleghi: Roberto D’Errico, Daniele Grasso, Bartolo Iacono, Vincenzo Ioppoli, Raffaele Lepore, Vincenzo Maiello, Emiliana Olivieri, Eriberto Rosso, Vando Scheggia. A loro un caloroso augurio di buon lavoro in un momento particolarmente delicato su più di un fronte».
L’Unione Camere Penali trova le sue origini nel 1985, quando fu istituita allorché si fece spazio l’esigenza di tutelare al meglio sia gli avvocati che i cittadini che abbiano commesso reati, nell’intento di evitare eventuali “storture” o calpestamento dei diritti per l’assenza del cosiddetto “giusto processo”. È stata, questa, una delle più importanti conquiste dell’Unione delle Camere, tanto che ha trovato il suo inserimento nella nostra Costituzione. L’art. 111, infatti, recita: «La giurisdizione si attua mediante il giusto processo regolato dalla legge. Ogni processo si svolge nel contraddittorio tra le parti, in condizioni di parità, davanti a giudice terzo e imparziale. La legge ne assicura la ragionevole durata. Nel processo penale, la legge assicura che la persona accusata di un reato sia, nel più breve tempo possibile, informata riservatamente della natura e dei motivi dell’accusa elevata a suo carico; disponga del tempo e delle condizioni necessari per preparare la sua difesa; abbia la facoltà, davanti al giudice, di interrogare o di far interrogare le persone che rendono dichiarazioni a suo carico…».
Altra tappa importante raggiunta dall’Unione Camere Penali ha riguardato il cosiddetto patrocinio gratuito per i non abbienti e la difesa d’ufficio.
All’Avv. Raffaele Lepore vanno i più sinceri ed orgogliosi – se non “lucerinissimi” – auguri anche dalla redazione del Frizzo ed il più sincero “in bocca al lupo” per la carica di prestigio che oggi si trova a rivestire.

La redazione



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.