‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
Due automezzi per disabili ed anziani
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |

La MGG Italia srl concede due Ducato Maxi al Comune per il trasporto dei cittadini svantaggiati

Lucera, 04 marzo 2004 - Le politiche sociali stanno svolgendo, in tutto il territorio nazionale, già da diversi anni un ruolo particolarmente sentito dai governi. Insomma, quelli che erano problemi che, spesso, annegavano nell'indifferenza di chi, comunque, ha sempre ed almeno vissuto in maniera decorosa e con il necessario quotidiano, sono sempre più soggetti al vaglio della sensibilità umana e, qualche volta (quando riesce), politica. È il caso, appunto, dell'Assessorato ai Servizi Sociali - retto da Giuseppe De Sabato - che, congiuntamente a quello dei trasporti - coordinato da Francesco Checchia - hanno deciso di sposare il progetto della MGG Italia srl (la paternità del progetto spetta, però, alla vicina Germania) che mette a disposizione del Comune di Lucera nr. 2 Ducato Maxi appositamente adibiti al trasporto ed ai servizi destinati ai soggetti anziani ed ai disabili. La MGG Italia srl ha già reso operativo tale progetto nelle provincie pugliesi di Bari, Brindisi e Lecce mentre, per quanto concerne il territorio della nostra provincia, Lucera sarebbe - nel caso in cui dovesse essere stipulato il contratto di comodato dei mezzi - la prima città ad aderire ad esso e non solo, «…poiché diverrebbe - a detta dell'Assessore De Sabato - il test referenziale per tutti quei comuni, come quelli del sub-appennino dauno, o di altri comuni della provincia, come il nostro comune, sentono l'alienazione dovuta alla mancanza di mezzi che diano la possibilità agli anziani e ai disabili di poter essere assistiti affinché possano più agiatamente raggiungere quelle strutture che diano loro il servizio sanitario di cui hanno costantemente bisogno. Gli anziani per esempio - continua De Sabato - hanno bisogno in molti casi di sottoporsi a cicli di terapie presso i centri di cura. Pensiamo ad una struttura come quella di Castelnuovo della Daunia… I cittadini svantaggiati vogliono sentire, da parte nostra, la tranquillità ma, soprattutto per infondere quest'ultima, vogliono sentirsi tutelati. Da parte nostra c'è una forte volontà di aderire al progetto della MGG, ma nn dobbiamo dimenticare che le competenze e l'attenzione non possono derivare solo ed unicamente dall'Ente-Comune. Si fa, spesso, molta confusione tra quelli che sono i compiti degli enti locali e quelli, invece, che spettano ad un organo come la ASL. Con quest'ultima e con vari comuni abbiamo avuto diversi incontri per discutere dei problemi legati alla territorialità sociale». De Sabato ha sottolineato, poi, la difficoltà da parte del Comune di usufruire di strutture mobili (infatti allo stato attuale vi è la disponibilità di un solo automezzo che, oltretutto, non è strutturalmente munito di quegli accorgimenti di cui dovrebbero beneficiare le fasce svantaggiate di cui sopra; infatti si tratta del tipico "scuolabus"). «Abbiamo anche chiesto, in passato, al mondo delle associazioni se avessero la possibilità di mettere a disposizione degli automezzi per disabili… Ecco perché questa della MGG è una proposta valida e, soprattutto, risolutiva in quanto non grava in maniera onerosa sull'economia della collettività». Per restare in tema, si è poi fatto accenno al Centro per gli Anziani che sta vedendo, ormai, il suo pieno completamento. Una struttura, questa, che accomuna il mondo "senile" in una serie di attività che può farlo sentire protagonista della vita e non, come spesso accade, ingiustamente emarginato - quasi fosse elemento di peso per la collettività -. E a proposito di anziani non è mancato un riferimento al coinvolgimento del centro "Maria de Peppo Serena" «…che con i suoi locali potrà finalmente ospitare un centro diurno per i malati di Alzheimer. Per casi come questi c'è bisogno, però, di personale medico specialistico». È la volta dell'Assessore ai Trasporti Checchia, che ha fatto meglio comprendere il progetto: «Il Comune ha sempre tamponato la soluzione della mobilità inerente i portatori di handicap, gli anziani svantaggiati… Per questo progetto, chiediamo alla città e soprattutto agli operatori economici una grande sensibilità a volerlo "sponsorizzare", con la presenza sugli automezzi del loro marchio, guardando più alla forma contributiva che a quella pubblicitaria poiché, in fondo, se contribuire in forma pubblicitaria serve anche a supportare con la propria sernsibilità il mondo delle persone disagiate, allora possiamo dire che la città sarà grata a chiunque possa presentare progetti come questi». I mezzi che la MGG mette a disposizione saranno sottoposti ad un contratto di comodato gratuito da stipulare col Comune. L'uso dei mezzi forniti in comodato comporta per l'Ente la sola spesa per l'assicurazione, la tassa di possesso annuale, il carburante e la manutenzione (è quanto riportato nella Proposta di Delibera di Giunta del 30.01.2004) . Tali mezzi, prosegue il testo della Proposta, vengono acquistati con la copertura economica offerta da aziende che vedono, in cambio della donazione, il proprio logo stampato su tali mezzi ad uso di pubblicità.
Ci auguriamo che tale progetto trovi risposta ma, attenzione: le spese di sponsorizzazione dovranno coprire almeno l'80% dei costi! Se poi si arriva a 100, tanto meglio anche per il Comune… In bocca al lupo.

Notarangelo

 



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.