‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
Desiderio di rinnovamento
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |

Mario Monaco: «La Festa dell'Unità ha anche importanza politica, viste le problematiche della città»

LUCERA (13 maggio 2004) Si è svolta ieri, presso la locale unità di base dei Democratici di Sinistra, una conferenza stampa in cui sono state presentate le linee programmatiche della Festa dell'Unità, alla cui organizzazione il segretario Mario Monaco ed il direttivo dei DS ha voluto dare una significativa svolta partendo da subito, anziché aspettare - come accaduto nei recenti anni - e ridursi all'ultimo momento. Tra i presenti alla presentazione non mancavano figure già note alla politica lucerina, persone certamente di peso come Mimmo Bonghi, Giuseppe Papa, Francesco Forte ed altri componenti il neo-comitato per la Festa dell'Unità come Antonio Mancaniello, Paolo De Luca e Alfredo Manganiello. Mario Monaco ha tenuto a sottolineare l'importanza che quest'anno riveste l'organnizzazione dell'appuntamento ormai storico, «…ed è per questo che ritengo sia stato affidato il coordinamento ad un gruppo forte, con a capo una persona altrettanto forte in tutti i sensi come Franco Forte, il quale ha già dimostrato le proprie capacità quando militava nella ex Giunta Bonghi. Affiancare, poi, ad egli delle figure di provata esperienza, e cito persone come lo stesso Mimmo Bonghi o il nostro caro Peppino Papa, per fare qualche esempio, vuol dire quale rilevanza rivesta un occasione simile per la riuscita della Festa dell'Unità nella sua edizione del 2004». Edizione in gran parte nuova, così come ammette lo stesso coordinatore Francesco Forte. «Si svolgerà tra la fine di agosto e gli inizi di settembre, ma questa volta vedrà coinvolti due siti. Oltre la zona abituale, vicino all'ex convento di San Pasquale, l'evento vedrà il suo svolgersi anche presso i parcheggi di viale Ferrovia. Il progetto che abbiamo in mente è ambizioso perché vogliamo mettere in evidenza e sollevare situazioni che mettano a nudo la preoccupante realtà amministrativa e politica della città, ma con iniziative propositive e di coinvolgimento dell'opinione pubblica. Inoltre - continua Forte - riteniamo doveroso, nei confronti del nostro caro Peppino Papa, che in coincidenza con la Festa dell'Unità venga ricordata una figura che, pur se dietro le quinte nella sua vita politica, tanto ha dato con le proprie idee e con la propria partecipazione costruttiva al partito ed alla storia politica e sociale di Lucera: mi riferisco all'indimenticata Concetta Sansarella, moglie di Peppino Papa, scomparsa tra l'ottebre ed il novembre dell'anno scorso. Ricordarla non è solo un dovere, ma un onore ed una spinta che la sua figura ci possa dare sotto i punti di vista, primo fra tutti quello che parte dall'aspetto storico-sociale». Il comitato punta molto sul contributo fattivo del mondo sociale lucerino, non dimenticando quel punto di riferimento rappresentato dalle categorie dei sindacati. Sarà inviata una lettera di presentazione che preannunci il passaggio del comitato della Festa dell'Unità per un maggior coinvolgimento da parte di tutti coloro, aziende comprese, che credono ancora nel recupero delle tradizioni e, nel contempo, in un forte desiderio di rinnovamento e rivisitazione del mondo sociale, politico e di sviluppo territoriale. Mimmo Bonghi è intervenuto, poi, sottolineando l'importanza dell'appuntamento politico con le elezioni del Parlamento Europeo: «Il fatto che lo stesso Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, abbia presentato ovunque, in Italia, la propria candidatura alle europee, dimostra quella forma di parallelismo scontata con le realtà locali come la nostra Lucera. Con tanta invasione ed invadenza della propria immagine che si può notare in questi giorni dappertutto, viene facile ricordare il meccanismo della promessa facile, così come con grande faciloneria il Sindaco Labbate firmò quel contratto con i Lucerini due anni fa, con i risultati che sappiamo ormai tutti».

E.Ge.

 



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.