‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
Quattro saxofoni per l'infanzia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |

"Fouranosia" è il quartetto di saxofoni che si esibirà nell'ambito di una iniziativa per l'infanzia missionaria
È l'occasione per apprezzare il talento del lucerino Antonio Pio Russo, componente del quartetto e studente al 5° anno presso il Conservatorio "U. Giordano" di Foggia

Lucera, 04.01.2005 - Il Concerto di Natale per l'Infanzia Missionaria rientra nella serie di iniziative distribuite nell'arco delle festività natalizie, che culminerà nella giornata di giovedì 6 gennaio 2005 presso la Chiesa di San Pio X alle ore 20:00 (dopo la rituale celebrazione della Santa Messa). È utile sottolineare che la giornata tutta dell'evento vedrà il coinvolgimento, durante le messe che si celebreranno da mattina a sera, di tutti i partecipanti (devoti, fedeli, ecc.) le cui offerte saranno interamente devolute ai bambini del terzo mondo. Allo stesso modo, vanno sottolineati l'impegno e la originalità nel distribuire, già prima di Natale, un salvadanaio per ogni bambino, in cui sono stati raccolti piccoli risparmi con lo stesso scopo di devolvere il contenuto a quei bambini che versano in difficili condizioni di sopravvivenza.
In quanto evento nell'evento, potremo assistere ad una insolita esibizione di musica da camera (insolita considerando l'offerta che ci è stata sempre sottoposta in passato e valutando che spesso troviamo "latenti talenti" - consentiteci l'anagramma simbiotico - a cui non viene concesso il meritato spazio nel "solito panorama" socio-culturale) di un quartetto di saxofoni (contralto, soprano, tenore e baritono) tra i cui componenti spicca il nome di un giovane lucerino di sicuro talento, che va sotto il nome di Antonio Pio Russo, ed a cui è affidato il compito di "soffiare" nel suo sax contralto. Gli altri tre componenti sono Alberto Napolitano di Trinitapoli (sax soprano), Antonio Aucello di S. Marco in Lamis (sax tenore) e Alessandro Inglese di Foggia (sax baritono).

Antonio Pio Russo, cinque anni di musica ma ne mostra di più

Per molti giovani riuscire a trovare il tempo per studiare risulta spesso impresa assai ardua. Se, poi, alla scuola dell'obbligo si affiancano tante altre attività giornaliere, il tempo diventa sul serio lo sfidante numero uno. Si aggiunga, quindi, una disciplina impegnativa qual è la musica, soprattutto se affrontata attraverso quella fucina che è il Conservatorio, allora bisogna essere veramente fatti di un materiale che non fonda!
Di ragazzi con queste caratteristiche, oggi, ve ne sono, anche se pochi. Tra questi noi ci metteremmo Antonio Pio Russo, studente presso l'I.P.S.I.A. "A. Marrone" di Lucera e presso il Conservatorio "U. Giordano" di Foggia. Qui studia sassofono e composizione da cinque anni, ed è scrupolosamente seguito dai Maestri Proff. Daniele Berdini, Roberto Sansuini e Giuseppe Fagnocchi. Nel suo curriculum va annoverata la soddisfazione di un corso di perfezionamento tenuto nel 2002 con il Maestro francese, solista di "Radio France", Fabrice Moretti (una settimana di task-force tutta incentrata su quello che fu lo strumento del grande Charlie Parker e che oggi sta mirando sempre più, grazie al M° Moretti, ad essere parte dell'universo che appartiene alla musica classica), così come da meno non sono i diversi masterclasses a cui a partecipato e tenuti da docenti di fama internazionale. Una nota di recente rilievo va anche attribuita al giovane talentuoso Antonio Pio Russo per aver suonato nella prestigiosa "Orchestra Nazionale Giovanile di Fiati" nell'estate del 2004 con il M° Lorenzo Della Fonte (Dirigente dell'Orchestra dei Fiati della Valtellina la cui arte ha ricevuto numerosissimi apprezzamenti come, per esempio, in quel di Amsterdam e di Tokyo).
Insomma, sarà l'occasione, quella della sera dell'Epifania, per poter apprezzare l'estro dell'artista lucerino, ben inserito nel quartetto di saxofoni "Fouranosia" (questo il nome dell'ensemble), tanto che, pur essendone entrato a far parte da circa un anno (il quartetto vede la sua nascita nel 1998), riesce, come si vedrà, a trasferire il concetto di amalgama originaria.

Fabrice Moretti. Professore di saxofono al Conservatorio "Gabriel Fauré" (Lilas-Paris), al "Conservatorio di Parigi X", alla "Scuola Nazionale di Musica di Ville d'Avray" e musicista d'orchestra. Si produce regolarmente con la "Orchestre Philharmonique de Radio France" sotto la direzione di maestri dell'importanza di Lorin Maazel, Seiji Ozawa, Riccardo Chailly e Marek Janowski. Sassofonista classico, in una delle sua numerose esibizioni ha deliziato la platea del Festival di Santa Fiore Moretti (un vero cult per gli appassionati di classica).
Fabrice Moretti è oggi riconosciuto come uno degli eredi dei grandi maestri della scuola francese del saxofono classico. Egli mira a far conoscere il saxofono come strumento da concerto.

La scheda tecnica del "Fouranosia Saxophone Quartet"

Nasce dal desiderio musicale di quattro giovani sassofonisti del Conservatorio di Musica "U. Giordano" di Foggia. I quattro componenti si stanno avviando alla carriera concertistica sotto la guida del M° Leonardo Sbaffi e del M° Daniele Berdini.
Lo stimolo che porterà alla formazione dell'ensemble viene nel 1998, quando Alessandro Inglese partecipa all'esecuzione dell'Opera "La bocca, i piedi, il suono" di Salvatore Sciarrino (per quattro sax solisti e cento sax in movimento) presso la Sala Verdi del Conservatorio "G. Verdi" di Milano. Ma, a determinare in maniera definitiva la nascita del quartetto, è stato il "Corso di interpretazione e perfezionamento musicale" organizzato dal centro studi "Sigismund Thalberg" e svoltosi a Roccaraso nel 2003.
Nel 2004 il quartetto partecipa alla "1ª Rassegna Musicale Nazionale per giovani talenti di Musica da Camera" svoltasi a San Marco in Lamis ed alla "14ª Edizione del Concorso Internazionale per Giovani Musicisti - Città di Barletta", ottenendo in entrambe le competizioni il primo posto.
Il repertorio spazia dal classico al contemporaneo (ragtime, jazz), fino ad arricchirsi con composizioni originali e trascrizioni elaborate dagli elementi stessi del quartetto.
Tra le ultime apparizioni sono da segnalare quella della "Settimana della Cultura" organizzata dalla Provincia di Foggia e la rassegna "Corti di Capitanata".

Notarangelo



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.