Cartoline



Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
ATTUALITÀ

Lucera: il M.llo Pistillo e la missione nelle parrocchie per mettere in guardia gli anziani dalle truffe estive
Informazioni della Benemerita assolutamente preziose che ci auguriamo possano essere divulgate nel modo più ampio possibile

Lucera, 14.06.2021 – Il Maresciallo Antonio Pistillo della Compagnia Carabinieri di Lucera è intervenuto lo scorso 13 giugno dopo la messa delle 10.30 in Cattedrale per trasmettere alcune preziose raccomandazioni agli anziani al fine di prevenire le truffe di malintenzionati che nel periodo estivo si fanno sempre più frequenti. Un ulteriore segnale, questo messaggio, che testimonia quanto le Forze dell’Ordine siano sempre vicine ai cittadini e soprattutto ai soggetti più vulnerabili. La campagna di sensibilizzazione contro le truffe alle persone anziane – che il Comando Provinciale di Foggia ha attivato anche in altri comuni – è stata condotta nella stessa giornata anche presso altre parrocchie di Lucera.
Il Maresciallo ha spiegato che la cosa importantissima in primis è che nessun appartenente alle Forze dell’Ordine, come spesso si presentano questi individui, chiederà mai né per telefono né di persona denaro, gioielli o altro per pagare, ad esempio, una fantomatica cauzione che sarebbe necessaria ad evitare il carcere ad un proprio caro rimasto coinvolto in un incidente stradale, situazione molto ricorrente ultimamente.
Inoltre, il controllo domiciliare delle utenze domestiche da parte di enti preposti deve essere comunque preannunciato con un avviso indicante motivo, giorno ed ora della visita.

Pistillo ha poi raccomandato di non aprire mai a sconosciuti, specie se si è da soli in casa, e di non mandare i bambini ad aprire la porta: prima di fare ciò è opportuno guardare attraverso lo spioncino e se si vede di fronte a sé una persona sconosciuta, si può aprire magari solo con la famosa catenella, se c’è; in ogni caso, prima di far entrare chiunque, bisognerebbe eventualmente farsi esibire un documento di riconoscimento, così, nel caso si dovessero avere dubbi sulla persona in questione, si può provare a chiamare l’ente da cui tale soggetto sostiene di provenire e per il quale dice di lavorare e in subordine, se si dovessero avere ancora sospetti, è necessario chiamare il 112.
In caso di consegna di lettere, invece, il Maresciallo ha consigliato di farle imbucare nella cassetta postale, e gli eventuali pacchi sullo zerbino posto davanti all’ingresso. Ovviamente, non bisogna consegnare soldi a sconosciuti e se per caso si dovesse far entrare un individuo che poi si rivelasse ambiguo, occorre invitarlo immediatamente ed in maniera decisa a farlo uscire di casa. Peraltro, bisogna diffidare da acquisti molto convenienti in quanto spesso si tratta di truffe. Qualora si dovessero accettare dei pagamenti, in genere sono da preferire i contanti.
Infine, non si deve mai firmare qualcosa che non sia chiaro. In caso di necessità, comunque, si può sempre contattare i Carabinieri, che a Lucera si trovano in via San Domenico 44.
Informazioni della Benemerita assolutamente preziose che ci auguriamo possano essere divulgate nel modo più ampio possibile.
Buona estate.

Greta Notarangelo

Dite la vostra sull'argomento

Il Frizzo è su Facebook


SATYRICON

Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento
Il Sommelier

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.