Lucera in cartolina



Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
SPORT
Sport
Mancini riparte da Kean
Nella memoria storica degli attaccanti italiani, tra i quali recentemente nessuno è riuscito davvero a spiccare, era da molto che non si vedeva un giocatore con queste potenzialità

10.04.2019 – La primavera è il periodo dell’anno in cui il mondo intero ritorna alla vita dopo il freddo dell’inverno. Lo stesso può valere per alcune persone, che sentono arrivare il caldo e si beneficiano delle ore di sole per far esplodere il meglio di sé a livello di rendimento, tanto dal punto di vista personale che professionale. Nello sport è lo stesso. Lo sa bene Moise Kean, attaccante classe 2000 in forza alla Juventus che è stato capace di segnare un goal in cinque partite consecutive, qualcosa di mai visto prima d’ora da un calciatore appena maggiorenne, arrivando addirittura a una media di una rete ogni 47 minuti, davvero impensabile fino a poco fa. Nato a Vercelli 19 anni fa, l’attaccante italiano di origini ivoriane si è formato nelle giovanili del Torino prima di approdare, nel 2017, alla Juventus, società dove adesso è regolarmente in prima squadra e sta contribuendo alla conquista dell’ottavo Scudetto consecutivo. Forte fisicamente e dotato anche di un’ottima velocità, può giocare sia da prima che da seconda punta e alla Juve ha approfittato del lieve infortunio muscolare di Cristiano Ronaldo per farsi spazio.


“Roberto Mancini” by Inés Vázquez (CC BY 2.0)

Nonostante sia ormai parte integrante di una delle squadre candidate alla vittoria della Champions secondo le migliori scommesse in circolazione, Kean è riuscito a farsi notare anche in un altro contesto, ossia quello della nazionale italiana. Roberto Mancini, un tecnico che guarda al futuro, sta puntando molto su di lui nel graduale processo di rinascita della selezione azzurra. Convocato in ogni categoria dell’Italia, partendo dall’under 15 fino all'under 21, l’attaccante juventino è diventato adesso anche una presenza fissa nella nazionale maggiore, che ha nel mirino la qualificazione agli europei del 2020, i primi itineranti della storia. Kean, che debuttò nel novembre scorso diventando così il primo giocatore nato negli anni 2000 a vestire la maglia azzurra, ha giocato la sua prima partita da titolare nel primo match di qualificazioni agli europei contro la Finlandia, trovando addirittura il goal con il quale si piazza al secondo posto tra cannonieri italiani più giovani di sempre, dietro Bruno Nicolè. Autore di un’altra rete nella goleada contro il Liechtenstein, l'attaccante della Juventus sembra essere davvero un punto fermo negli schemi sia di Allegri sia di Mancini, i quali punteranno moltissimo su di lui nel futuro immediato. La sua abilità nel giocare sia in profondità sia spalle alla porta, oltre alla velocità di movimento, lo rende un giocatore quasi unico nel panorama nostrano.
Nella memoria storica degli attaccanti italiani, tra i quali recentemente nessuno è riuscito davvero a spiccare, era da molto che non si vedeva un giocatore con queste potenzialità. Kean, che a molti ricorda Balotelli per il potenziale dimostrato appena maggiorenne, può soltanto migliorare d’ora in poi. La presenza di un campione come Cristiano Ronaldo, suo compagno di squadra alla Juventus, e l’appoggio di un tecnico come Mancini in nazionale, saranno fondamentali per farlo crescere e farlo diventare un elemento indispensabile per la Juve e per l’Italia nei prossimi anni.

redazione



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento
Il sommelier

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.