Cartoline



Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
LA LETTERA
Lettere al Frizzo
«Piano Sociale di Zona e difformità in Cabina di Regia»
«Qualcuno che apra gli occhi su fatti che comportano la gestione di ingenti investimenti (si parla di circa sei milioni di euro!) dovrà pur far luce su quanto qui si evidenzia»

Lucera, 27.02.2019 - «Con deliberazione n. 7 del 15 aprile 2014 a cura del coordinamento istituzionale dell’ambito territoriale “Appennino Dauno Settentrionale” del Piano Sociale di Zona avente ad oggetto l’approvazione del regolamento della cabina di regia (tavolo di concertazione con le organizzazioni sindacali territoriali) – presenti, tra gli altri, il dirigente del distretto socio-sanitario di Lucera, dott. Michele Urbano – fu sancito il disciplinare per il funzionamento della cabina di regia stessa composta dal responsabile dell’Ufficio di Piano, dai delegati provinciali delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL e UGL, da un delegato proveniente dal terzo Settore per ciascuna delle aree Famiglia, Minori, Anziani, Disabili, Immigrati, Tossicodipendenze.
In vista della riunione convocata per il 28 febbraio prossimo in sala Giunta presso Palazzo Mozzagrugno in due incontri – alle ore 15:30 con le organizzazioni sindacali ed alle ore 17:00 con i rappresentanti del terzo Settore – si denuncia in questa sede la non conformità della composizione e delle attività che la cabina di regia dovrebbe garantire secondo il vigente Piano delle Politiche Sociali 2017-2020.
Infatti, al punto 4.1.1 del Bollettino Ufficiale n. 14 del 26 gennaio 2018 della Regione Puglia si legge, per chiarezza rispetto a quanto qui denunciato: “Al fine di non esaurire la partecipazione dei soggetti del partenariato socioeconomico a tutte le fasi del ciclo di vita del Piano Sociale di Zona e di avvalersi dell’apporto di questi soggetti per il monitoraggio e la valutazione in itinere degli interventi e dei servizi realizzati in attuazione dello stesso Piano, ciascun Ambito territoriale istituisce una Cabina di Regia per l’attuazione del Piano Sociale di Zona, che si riunisce periodicamente, con cadenza almeno trimestrale, per la verifica dello stato di attuazione dei servizi previsti, per il confronto sugli strumenti di regolazione e su possibili percorsi di innovazione sociale. La Cabina di Regia approva annualmente, nei tempi previsti dal Regolamento Regionale n. 4/2017 e ss.mm.ii. la relazione sociale di ambito”.

DOMANDE!

• Quando si è riunita l’ultima volta Cabina di Regia?
• La Cabina di Regia ha approvato le Relazioni Sociali 2016 e 2017?

Sempre al punto 4.1.1 si legge, inoltre: “La Cabina di Regia è coordinata dal Responsabile dell’Ufficio di Piano (dott. Raffaele Cardillo, nda) e si compone di tutti i responsabili dei Servizi Sociali (ci saranno alla riunione del 28 febbraio 2019?, nda) dei Comuni afferenti all’Ambito territoriale, del direttore del distretto sociosanitario o un suo delegato, un rappresentante per ciascuna Organizzazione Sindacale più rappresentativa sul territorio dell’Ambito, un rappresentante per tutte le organizzazioni del Terzo Settore”. E ancora: “All’inizio del ciclo di programmazione, il Responsabile dell’Ufficio di Piano richiede le rispettive designazioni alle organizzazioni interessate e avvia i lavori della stessa anche in assenza di parte delle designazioni, nelle more di completare la composizione della Cabina di regia”.
Quest’ultimo periodo va chiarito affinché non tragga in inganno il lettore. Pur in assenza di designazione di parte dei componenti, resta fermo l’obbligo di presentare la relazione sociale con tutti – e non di parte – i componenti e, soprattutto, il rappresentante del terzo Settore è unico e non uno per ogni categoria e non differenziando un singolo componente per ogni area.

DOMANDE!

• Se non sono presenti esclusivamente i suddetti Rappresentanti, il Responsabile dell’Ufficio di Piano ha richiesto formalmente le rispettive designazioni alle organizzazioni interessate?
• In caso affermativo, chi sono?

Qualcuno che apra gli occhi e attenzioni questi aspetti che comportano la gestione di ingenti investimenti (si parla di circa sei milioni di euro!) dovrà pur far luce.
Per quanto mi riguarda, provvederò ad inoltrare la presente al presidente Michele Emiliano, all’ANAC, all’Ufficio locale di Finanza Locale e alla Procura Generale della Corte dei Conti».

Antonio Chiella

 

 

 



Scrivete
al Frizzo

Per la pubblicità in
questo spazio
scrivi al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento
Il Sommelier

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.