Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia
USB Foggia: «Caos negli uffici giudiziari di Foggia»
«Purtroppo dobbiamo denunciare che dopo i due incontri formali del 24 e 27 febbraio 2017, richiesti dalla USB, l’azienda si è resa assolutamente latitante»

Foggia, 08.03.2017 - «Sono solo 4 i giorni in cui la nuova azienda “MULTI SERVICE GROUP” svolge il servizio di pulizia presso gli uffici giudiziari di Foggia ed i problemi organizzativi sono esplosi in tutta la loro drammaticità.
Le 116 ore complessive dell’appalto di pulizia dei due plessi degli uffici giudiziari e i tre archivi, si stanno rivelando, come da noi denunciato, assolutamente insufficienti. Già dal 28 febbraio 2017, nonostante sia stata richiesta formalmente alla società “MULTI SERVICE GROUP” di fornirci il piano operativo dei servizi settimanali e di conoscere in quali giorni settimanali i lavoratori part-time (da un minimo di 4 ore ad un “massimo” di 14 ore settimanali) devono espletare il loro servizio al fine di poter effettuare un lavoro decente e dignitoso, nulla ci è pervenuto.
La conoscenza precisa del proprio turno di lavoro permetterebbe ai lavoratori di poter eventualmente prestare attività lavorativa anche presso altre aziende (in considerazione della esiguità del trattamento economico) e permetterebbe anche di conciliare il tempo lavoro con le proprie esigenze familiari.
Purtroppo dobbiamo denunciare che dopo i due incontri formali del 24 e 27 febbraio 2017, richiesti dalla USB, l’azienda si è resa assolutamente latitante.
Anche il 1º marzo 2017, primo giorno di effettivo lavoro da parte della "MULTI SERVICE GROUP" nel servizio di pulizia, l’azienda non si è presentata e non ha risolto le prime necessità emerse che riguardavano “gli strumenti di lavoro, il materiale, le divise dei lavoratori, l’organizzazione del lavoro, i fogli di presenza” e tutto l'indispensabile per poter effettuare il servizio in modo positivo.
In questi giorni il lavoro si è svolto solo grazie all’alto senso di responsabilità dei nove lavoratori impegnati nell’appalto, che hanno effettuato ore lavorative giornaliere superiori a quelle stabilite, ciò al solo fine di svolgere un servizio decoroso per gli uffici giudiziari.
Tale situazione non può durare ed è insostenibile.
La USB chiede con fermezza alla MULTI SERVICE GROUP di dettagliare il tipo di intervento da fare sulla organizzazione del lavoro e sull’impiego del personale, considerando l’anormale monte ore “molto inferiore” a quello necessario per lo svolgimento delle attività e invita l’Ente appaltante ad assumersi le proprie responsabilità nel richiamare detta azienda a svolgere il servizio in modo ottimale.
La mancanza di risposte costringeranno la scrivente organizzazione sindacale a dichiarare lo stato di agitazione del personale addetto alla pulizia dei servizi giudiziari. NON POSSONO E NON DEVONO ESSERE SEMPRE I LAVORATORI A PAGARE NEI CAMBI DEGLI APPALTI».

Federazione Provinciale USB – Lavoro Privato
Antonio Di Gemma



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.