Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia
Patto per la Puglia: rilancio della Capitanata, ma senza i Monti Dauni
Ancora una volta, i Monti Dauni esclusi dalla concertazione di sviluppo territoriale

Bovino, 26.06.2016 - Si apprende a mezzo stampa, che a seguito della Giunta regionale svoltasi a Foggia, il Presidente della Provincia di Foggia Francesco Miglio, ha convocato esponenti istituzionali ad un tavolo tecnico per individuare le direttrici di crescita della Capitanata a valere sul Patto per la Puglia.
In quel tavolo tecnico, la Provincia, i Sindaci di Foggia, Cerignola, Manfredonia, San Severo e Lucera, la Camera di Commercio, Confindustria e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, hanno individuato le priorità strategiche sulle quali rilanciare un progetto di sviluppo per la Capitanata. Tali proposte sono state tradotte in un documento condiviso e già inviato all’assessore regionale ai Trasporti e Lavori Pubblici, Giovanni Giannini.
Grave l’assenza al tavolo tecnico del rappresentante dell’Area Interna Monti Dauni. Ancor più grave è che tale assenza non sia dovuta ad un mancato interesse, ma al non coinvolgimento dei Monti Dauni da parte della Provincia, in controtendenza rispetto alla sensibilità mostrata dalla Regione che ha individuato proprio nei Monti Dauni la prima Area Interna della Puglia.
Un’area, quella dei Monti Dauni, che comprende 29 Comuni, un terzo per estensione territoriale dell’intero territorio provinciale, nonché una delle aree a maggior rischio idrogeologico e con maggiori problemi di sviluppo. Un’area che nonostante i succitati problemi, ha dimostrato un vivacissimo dinamismo istituzionale, provato dalla continua concertazione con la Regione Puglia e con il Ministero dello Sviluppo Economico, proprio in tema di programmazione strategica attraverso lo strumento di Aree Interne.
Lamenta Michele Dedda, Sindaco di Bovino, comune capofila dell’Area Interna dei Monti Dauni: «Nonostante la Regione Puglia abbia dimostrato attenzione al nostro territorio, gli organizzatori non hanno ritenuto di dover invitare al tavolo tecnico di concertazione il Capofila dell’Area Interna dei Monti Dauni. Ancora una volta un grande distacco fra le esternazioni politiche e l’operato concreto».
Questo nonostante nel documento si faccia cenno alle progettualità individuate come strategiche e prioritarie dall’esperienza di area vasta Capitanata 2020 e proprio dell’Area Vasta dei Monti Dauni.
E mentre si chiede di conoscere quali siano stati i criteri di scelta dei partecipanti al tavolo, si riscontra che l’attenzione verso Monti Dauni sembra esistere solo in periodo elettorale.

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.