Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia

Faeto: annullata la delibera relativa allo sportello linguistico
L’ex sindaco Giuseppe Cocco: «Assistiamo, ormai, a continue violazioni di legge, revoche ed annullamenti di atti. Non se ne può più. Intervenga il Prefetto»

Faeto, 11.02.2014 - «Si è davvero superato ogni limite» chiosa Giuseppe Cocco, ex sindaco del centro appenninico ed attualmente capogruppo della lista “FAITE”, a proposito dell’annullamento, fatto dal vice sindaco il 6 febbraio scorso, della precedente delibera sindacale di attivazione dello sportello linguistico comunale, adottata appena qualche giorno prima, precisamente il 28 gennaio.
«La Provincia di Foggia – spiega Cocco – sin dal marzo 2013 ha trasferito al Comune di Faeto circa 25.000 euro, in attuazione del progetto per la tutela delle minoranze linguistiche, annualità 2009-2010, precedenti all’insediamento della attuale amministrazione.
Nel maggio 2013
– continua – veniva emanato avviso pubblico per la individuazione dei soggetti da impiegare in detto progetto, con modalità tali da far emergere, palesemente, la volontà di favorire alcuni galoppini. Per tale ragione – puntualizza ancora l’ex sindaco di Faeto – ritenni opportuno segnalare la vicenda alla competente Autorità Giudiziaria.
Per circa un anno
– prosegue – non si è saputo più nulla, quando, improvvisamente, si è deciso di attivare lo sportello, utilizzando tutti coloro (ben 19), che ne avevano fatto domanda.
Quindi – afferma perentorio Cocco – quando si è approvata la delibera sindacale del 28 gennaio 2014, già erano note, o tali avrebbero dovuto essere, eventuali situazioni di incompatibilità, poste a base dell’atto di annullamento.

Assistiamo, ormai, a continue violazioni di legge, revoche ed annullamenti di atti. È un modo di amministrare – conclude il capogruppo di “FAITE” – oltremodo pressappochistico e gravemente deleterio per la comunità: per questo, ho già chiesto un incontro al Prefetto, al quale segnalerò le gravi anomalie di cui si sono resi responsabili gli attuali amministratori di Faeto, per eventuali provvedimenti di competenza».

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.