Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia
"Passaggi Immaginari". Il Comune di Volturino riparte dall'arte
Alla collettiva organizzata dall'artista Antonio Paolucci, il sindaco di Volturino, Antonio Santacroce, ha assicurato che l’amministrazione sta puntando al recupero dell’arte a chilometro zero al fine di rivalutare gli artisti locali: «L’Istituto d’Arte di Foggia continua a produrre ottimi risultati»

Volturino, 04.08.2014 - “Passaggio immaginario” è stato ritenuto il titolo più giusto per definire la collettiva d’arte, curata dal professor Antonio Paolucci, docente all’Istituto d’Arte di Foggia, che ha avuto inizio lo scorso 3 agosto all’interno della vecchia sede del Comune di Volturino (ad inaugurarla il sindaco Antonio Santacroce alla presenza di una partecipazione inattesa) e che si protrarrà fino al 10 dello stesso mese (in questa pagina, il video con le interviste e le opere). Le opere esposte, costituite da quadri e sculture, sono state realizzate da ex alunni e docenti del Liceo Artistico foggiano per celebrare i suoi cinquant’anni d’esistenza. “Passaggio” è riferito a una mostra itinerante, uscita dal canale scolastico per “viaggiare” – anche con l’immaginazione – attraverso l’intera Capitanata partendo da Volturino. Ebbene, Paolucci ha inteso creare un connubio proprio con l’amministrazione volturinese perché ha sentito il personale e forte legame con questa terra già da tempo, quando ha sposato una donna nativa di tale paese. Volturino aveva bisogno di una sferzata culturale, e l’evento in questione può davvero considerarsi un buon inizio, dal momento che alcuni degli artisti hanno raggiunto una certa notorietà, tanto che le loro opere sono state apprezzate perfino dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. Dall’arte classica italiana a quella del ‘900: la collettiva ha sintetizzato in un’unica serata anni di esperienze e correnti artistiche, con particolare attenzione all’iperrealismo, al surrealismo e all’astrattismo. «In un periodo in cui le occasioni per i giovani sono poche – ha commentato Paolucci – questa è senz’altro una possibilità per loro di mostrare il proprio valore».
L’evento è inserito nell’ambito di altri in programma che andranno a scandire l’estate volturinese, e vedrà la sua seconda tappa a Sant’Agata di Puglia.

Da tempo non si vedeva una simile manifestazione in un centro dei Monti Dauni. Il sindaco di Volturino, Antonio Santacroce, ha assicurato che l’amministrazione sta puntando al recupero dell’arte a chilometro zero al fine di rivalutare gli artisti locali: «L’Istituto d’Arte di Foggia continua a produrre ottimi risultati, così è una scuola destinata a crescere». L’obiettivo, come ha dichiarato il primo cittadino, è quello di far diventare “Passaggio Immaginario” un evento tra i più rilevanti dei cinque anni della sua amministrazione.

Volturino, però, oltre che arte figurativa è anche storia cinematografica, nella quale sono stati protagonisti qui due registi del neorealismo, i fratelli De Santis (nell'intervista video il sindaco ha commesso un lapsus del quale si scusa, avendo pronunciato il nome di De Laurentis, ndr); tuttavia, per allestire un evento che ricordasse le due personalità sarebbe stato necessario, come ha spiegato il sindaco, «un considerevole sforzo economico nel destinare ad una simile iniziativa fette importanti del bilancio». Ad ogni modo, Santacroce ha garantito l’impegno dell’amministrazione per il futuro per far sì che possano realizzarsi anche manifestazioni del genere: «La cultura deve divenire il pane quotidiano di questo paese. Abbiamo già previsto per l’estate volturinese due tipi di eventi: il primo tipo è stato elaborato assieme alla pro-loco e consiste nella valorizzazione delle tradizioni elevandone gli aspetti qualitativi; il secondo è costituito da manifestazioni volte a ricordare anche scrittori che hanno puntato la propria attenzione su Volturino».
La fine dell’estate sarà seguita da un nuovo periodo di programmazione, perché i mesi invernali non incupiscano la vita all’interno del paese: l’amministrazione intende organizzare un evento al mese, tra i quali vi sarà il recupero del presepe vivente, che ha caratterizzato a lungo Volturino e che è stato in seguito abbandonato. Inoltre, un piccolo centro dei Monti Dauni che intende spendersi all’esterno non può non considerare il problema della viabilità che, come ha ricordato il sindaco, «accomuna tutti i Monti Dauni»: Santacroce ha annunciato che sottoporrà tale questione ai colleghi sindaci per poi intervenire a livello provinciale.

Greta Notarangelo



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.