Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia
Cinque Stelle Foggia: «Il Comune perde un’occasione di riconciliazione»
I tagli ai costi della politica subito smascherati come operazione di marketing del Consiglio Comunale. Resta invariata la spesa di circa mezzo milione di euro annui per gettoni di presenza

Foggia, 18.05.2013 - Poteva essere un’occasione per riconciliarsi con la città e con i foggiani, invece si è trattato della classica montagna che partorisce un topolino, con l’aggravante di aver fatto credere ad una vera rinuncia dei consiglieri comunali (questo è apparso) di buona parte dei gettoni di presenza.
L’altro ieri mattina gli attivisti del Meetup “Cinque Stelle Foggia” hanno assistito al Consiglio Comunale registrando un altro passaggio deludente della politica di palazzo, destinata a scavare ulteriormente, qualora possibile, il fossato già profondo con i cittadini amministrati e tartassati.
Tralasciando le dichiarazioni del relatore, per il quale si è trattato addirittura di un passaggio “storico” per il Consiglio Comunale e la città di Foggia e le dichiarazioni di alcuni consiglieri secondo i quali i compensi percepiti non sono in linea con le grandi responsabilità assunte amministrando il Comune di Foggia, dobbiamo prendere atto della reale, deludente, portata del provvedimento licenziato all’unanimità, molto vicina a un’illusione. Perché di questo si tratta. Non stiamo parlando di una rinuncia ai gettoni di presenza, come si voleva far credere, ma di una modifica del regolamento del Consiglio e delle Commissioni consiliari che porterà a un risparmio sui rimborsi ai datori di lavoro, dovuti alle aziende private per i loro dipendenti chiamati a svolgere il mandato di consiglieri del comune di Foggia. Ma di tagli ai cosiddetti costi della politica, quelli maggiormente percepiti dai contribuenti, neanche l’ombra. Le indennità per gettoni di presenza lasceranno invariata la spesa di mezzo milione di euro annui, cui si devono aggiungere ancora le spese per locali e personale destinati alle commissioni.

Il vero segnale di riconciliazione con i cittadini foggiani sarebbe stato quello di una rinuncia almeno a una parte dei gettoni di presenza ma questo avrebbe significato l’impossibilità a riunirsi tutti i giorni, cosa che evidentemente non si sposa con le esigenze dei consiglieri.
Nessuno vuol fare demagogia, sia ben chiaro. Sappiamo tutti che queste spese non incidono in maniera determinante (anche se si tratta di importi assolutamente non trascurabili) rispetto ai debiti accumulati dalla classe politica che ha governato negli ultimi 20 anni la città di Foggia. Ma, alla fine, si è trattato solo di un’azione di marketing, di uno spot pubblicitario peraltro subito smascherati come tali e derubricati a semplice operazione di facciata.
Nessuna risposta, quindi, né ai cittadini foggiani né alle incalzanti denunce degli attivisti “Cinque Stelle Foggia”, che restano comunque depositate presso la Procura della Repubblica e soprattutto la Corte dei Conti, con le quali abbiamo sollecitato una verifica sulla efficienza ed efficacia delle attività delle Commissioni Consiliari. Avevamo chiesto di accedere alla visione dei verbali delle Commissioni consiliari per capire cosa si delibera nelle riunioni che si tengono tutti i giorni ma non ci è stato concesso. Vuol dire che le nostre domande troveranno una risposta attraverso altre strade. E ne daremo conto ai cittadini.

Gli Attivisti del Meetup "Cinque Stelle Foggia"



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.