Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia

Marina di Lesina: chissà se l'estate del 2014…
Tra l’associazione “Pro Lesina Marina” e l’Amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Pasquale Tucci si è instaurato un evidente braccio di ferro che non è assolutamente positivo per le prospettive future del piccolo villaggio balneare

Marina di Lesina, 07.12.2013 - Marina di Lesina e la sua storia infinita che speriamo si possa incamminare verso un lento ma lieto epilogo. Torniamo ad aggiornarvi sulle ultime vicissitudini sicuramente positive. In data 2 agosto 2013 la Giunta Regionale della Puglia, con alcune delibere pubblicate sul BURP n. 122 del 13/09/2013 assume importanti impegni, ovvero individua in nuovo Soggetto Attuatore per realizzare gli “Interventi della messa in sicurezza del Territorio di Lesina” per un importo pari ad Euro 16.076.869,35, individua nello stesso Ufficio Coordinamento il Soggetto Attuatore per le verifiche di stabilità in ossequio alle direttive del Tar Lazio del 2/11/11 e stanzia Euro 6.000.000,00 per la sistemazione idraulica del Canale Acquarotta individuandone ancora nello stesso Ufficio Coordinamento il soggetto Attuatore.
Sulla G.U. CEE n. 5 197/2013 del 10/10/13 viene pubblicato il Bando per l’Appalto dei lavori di “mitigazione della pericolosità geomorfologica a Lesina Marina – Provvedimenti generali in prossimità canale Acquarotta” per un valore di Euro 9.166.680,00 e una durata di 19 mesi. Il termine per la consegna delle offerte è fissato a giorno 29/11/13 alle ore 12:00. Il dato viene vagliato dall’associazione “Pro Lesina Marina” presieduta dall’Ing. Antonio Palma, il quale in un’apposita relazione esprime qualche perplessità nella sezione “Commento dell’Associazione”. Ne riportiamo qualche punto saliente: «Ci si aspettava che la Gara d’Appalto fosse fatta con un progetto in cui fosse chiaro cosa si volesse e certi obiettivi da raggiungere… Come è possibile che le imprese nei 50 giorni intercorrenti dal 10 ottobre al 29 novembre 2013 possano essere state in grado di trovare la soluzione migliore? Purtroppo l’AdB (Autorità di Bacino), anche se poteva utilizzare il contributo di chi aveva dedicato tanto tempo allo studio del problema, con leggerezza ed arroganza si è arroccato sulle proprie posizioni ed alla fine ha dimostrato di avere le idee confuse». Della stessa opinione non è sicuramente Antonio Di Giorgio, rappresentante cittadino di Lesina Marina e Amministratore del gruppone facebook “Salviamo Marina di Lesina” il quale dice che è davvero prematuro esprimere opinioni e perplessità  su di una situazione che Lesina Marina aspettava da quindici anni circa. Noi de “Il Frizzo”, se possiamo esprimere la nostra, pensiamo che tra la “Pro Lesina Marina” e l’Amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Pasquale Tucci si sia instaurato un evidente braccio di ferro che non è assolutamente positivo per le prospettive future del piccolo villaggio balneare. E che la cosa stia proprio in questi termini ne possiamo trovar prova in un’altra spiacevole situazione. In data 31/10/2013 vengono notificati all’ing. Palma verbali di accertamento di violazione amministrativa n. 14 e 15 del 20/09/2013 per affissione abusiva di manifesti. L’Ing. Palma ha esposto ricorso, indirizzando il tutto al sindaco e alla Polizia Municipale di Lesina, in quanto non ci sarebbero reali presupposti per tali sanzioni. I manifesti risulterebbero acquistati con regolare fattura intestata all’Associazione, in data 23/08/2013 un socio della “Pro Lesina” si sarebbe recato al Comune di Lesina per pagare i diritti di affissione ma senza trovare alcun impiegato e addirittura l’assenza dell’impiegato preposto si sarebbe prolungata per quindici giorni. A dire del Presidente della “Pro Lesina” i manifesti in questione sarebbero stati ricoperti o fatti strappare dalla stessa Amministrazione che da sempre maltratta e bistratta un sodalizio nato ufficialmente nel 2010 con l’intento di dare un fattivo contributo per una soluzione condivisa del problema del dissesto. In data 26/08/2013 lo stesso Palma e altri due soci si sarebbero nuovamente recati al Comune di Lesina, incontrando il responsabile degli uffici di segreteria che ha evidenziato che la dimensione massima dei manifesti veniva superata rispetto agli spazi predisposti. Pertanto i manifesti sarebbero stati tagliati per rientrare nelle dimensioni previste dalle norme comunali e lo stesso responsabile, non sapendo come far pagare a Palma i diritti di affissione, avrebbe asserito di  portare personalmente  a conoscenza dell’Amministrazione la ferma volontà dell’Associazione di pagare quanto si doveva. L’epilogo della triste faccenda lo abbiamo preannunciato: cioè due sanzioni a carico dell’ing. Antonio Palma che potrebbero avere dei risvolti amministrativi non trascurabili per lo stesso professionista e per l’Associazione.
Il resto è storia odierna con un’unica certezza: lunedì 2 dicembre scorso era prevista l’apertura delle buste inerenti la gara d’appalto per le procedure di scelta dell’offerta migliore.
Vi faremo sapere. Come al solito.

Deborah Testa



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.