Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia
Lesina Marina. L'incontro con Amati. Subito prove di stabilità per l'agibilità
L'assessore al Turismo Capuzziello: «Non si tratta di un dramma ma nemmeno di una passeggiata, bisogna andarci cauti». Staremo a vedere, ormai il cerchio si stringe. Si spera che al più presto qualcosa possa finalmente muoversi

Lesina Marina, 11.03.2012 - Venerdì 9 marzo alle ore 18:00 nella Sala Consiliare del Comune di Lesina, ha avuto luogo l’incontro dell’Amministrazione comunale e della Cittadinanza con l’Assessore Regionale alle Opere Pubbliche e Protezione Civile nonché Commmissario delegato al dissesto idrogeologico Fabiano Amati. Presenti all’incontro anche i consiglieri Regionali Dino Marino, Leonardo Di Gioia, Cecchino Damone e Bernardo Nuccelli. Prima della suddetta conferenza, l’Assessore Amati ha fatto un sopralluogo a Lesina Marina, durato circa due ore, dalle 16:00 alle 17:30, a cui è seguito un vertice con il Sindaco di Lesina, Arch. Pasquale Tucci, con il Segretario Generale dell’Autorità di Bacino della Regione Puglia, Prof. Antonio Di Santo a cui è stata conferita la nomina di Vice Commissario per l’Emergenza, con il Dirigente Regionale della Protezione Civile, Dr. Luca Limongelli e con l’Assessore Comunale al Turismo di Lesina Giovanni Capuzziello.
Come previsto, molta gente è arrivata anche da fuori per avere delucidazioni e certezze sulla situazione attuale. Infatti in un primo momento l’incontro era previsto nella Sala Convegni del Centro Visite del P.N.G., ma poi è stato necessario trasferire il tutto in un contesto più ampio. L’Assessore Amati ha fatto il punto della situazione, ha chiarito che entro il mese di maggio devono iniziare le verifiche sugli stabili interdetti, in ottemperanza con la sentenza del TAR del Lazio che, in un primo momento aveva concesso due mesi per appurare la presenza di cave sotto i fabbricati, ma poi ha dato una proroga di altri due mesi, in seguito all’avvicendarsi di Amati come Commissario Delegato al dissesto, all’ex Prefetto di Foggia Antonio Nunziante.
Insomma il concetto è questo: man mano che le abitazioni verranno sottoposte a prove di agibilità e di stabilità e gli esiti daranno per certo che non c’è pericolo alcuno per l’incolumità umana, quegli stessi edifici possono essere nuovamente abitati in tutta tranquillità e nell’immediato, a prescindere dalla scadenza dell’Ordinanza Sindacale di Interdizione di tutta la “zona rossa” che scadrà il 9 giugno prossimo. Certo tutti quei proprietari, intervenuti all’adunanza e che speravano in soluzioni immediate, sono rimasti un po’ delusi, ribattendo anche con vigore a qualche risposta un po’ vaga dell’Assessore.

Molto soddisfatto per quest’incontro si è mostrato invece l’Assessore al Turismo del Comune di Lesina Giovanni Capuzziello che ha detto: «Io credo che l’Assessore Amati sia stato molto corretto, anche perché da parte sua non era necessario o obbligatorio accettare l’incarico di Commissario Delegato e quindi situazioni di questo tipo. Se lo ha fatto è perché lui in primis crede che questa situazione debba e può essere risolta. Ovviamente non si tratta di un dramma ma nemmeno di una passeggiata, bisogna andarci cauti».
Staremo a vedere, ormai il cerchio si stringe. Si spera che al più presto qualcosa possa finalmente muoversi.

Deborah Testa



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.