Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Provincia
Si anima il caso dell'ufficio stampa del Comune di San Severo. Botta e risposta Persiano-Loffredo
Persiano: «Si tratta di un incarico di natura squisitamente politica, senza remunerazione alcuna ed a titolo assolutamente gratuito». Loffredo: «Gli Uffici Stampa non possono essere gestiti da un amministratore»

San Severo, 17.10.2012 - Dalla residenza municipale di San Severo: «Continua a suscitare reazioni particolari il Decreto Sindacale con il quale il Sindaco avv. Gianfranco Savino ha affidato al Consigliere Comunale Ciro Persiano “I compiti di collaborazione con il Sindaco, circoscritti all’esame, allo studio, alla cura e al coordinamento di tutte le materie concernenti l’INFORMAZIONE e la COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, divulgazione attività amministrativa, rapporti con la stampa e i mezzi di comunicazione. Coordinamento, indirizzo e controllo incontri, dibattiti, conferenze stampa, eventi e fiere, gemellaggi”.
A riguardo, il Consigliere Delegato Ciro Persiano ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Il Decreto del Sindaco, così come altri attribuiti in precedenza, è finalizzato a coadiuvare il Primo Cittadino nell’esercizio delle sue molteplici funzioni. Si tratta di un incarico di natura squisitamente politica, senza remunerazione alcuna ed a titolo assolutamente gratuito. Il fine è quello di dare beneficio, a costo zero, all’azione dell’Amministrazione Comunale e, quindi, nell’interesse della cittadinanza. Cosa ben diversa è l’applicazione della legge 150 del 2000 che riguarda l’apparato amministrativo e la struttura burocratica comunale, cioè dei dipendenti, che, di conseguenza, non ha nulla a che vedere con la componente politica. Peraltro, è il caso di aggiungere, che il sottoscritto è Consigliere Comunale, ma è anche iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Puglia. La speranza è che questa ulteriore precisazione serva a mettere la parola fine ad una polemica totalmente fuori luogo ed inutile”».

Questa la risposta del vice presidente dell'Assostampa Puglia, Michele Loffredo: «Il Consigliere del Comune di San Severo, Persiano, per giustificare maldestramente la propria nomina a responsabile della Comunicazione, stravolge la L. 150 del 2000, sostenendo che la stessa normerebbe soltanto l’aspetto amministrativo, mentre il suo è un ruolo politico.
Sarebbe allora utile per il Persiano una lettura più attenta della Legge, del DPR attuativo e del Regolamento ministeriale esplicativo, oltre che degli atti parlamentari relativi alla genesi di tale fondamentale atto normativo.
Difatti i predetti provvedimenti – sia singolarmente, che nel loro combinato disposto – ribadiscono l’assoluta indipendenza, negli Enti pubblici, della comunicazione istituzionale.
Pertanto, al netto del Portavoce dell’Organo di Vertice (nella fattispecie il Sindaco), gli Uffici Stampa non possono essere gestiti da un amministratore, in quanto sono al servizio esclusivo dei cittadini e non dei politici.
Ma alla Casta risulta davvero difficile accettare tale regola democratica e l’ostentata iscrizione all’Albo dei Pubblicisti, lungi dall’essere un’esimente per il Persiano, è di tutta evidenza un’aggravante, sia per la colpevole misconoscenza di una norma che riguarda la sua stessa categoria, sia perché la sua vigilanza politica gratuita (sarebbe ben strano il contrario!) ha determinato di fatto la perdita di un altro posto di lavoro».

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.