Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
IN PROVINCIA
Accade in provincia
Bruno Maizzi scrive una lettera-appello al sindaco Savino
È così arduo ed utopico abbandonare i vecchi e più che scontati schemi, i giochi di potere, le idee e le fedi politiche, scendendo dai piedistalli e rimboccarsi le maniche, affinché in modo estremamente pratico, si cerchi di rianimare la Città?

San Severo, 14.09.2010 - Il sottoscritto Bruno Maizzi, nella sua qualità di Presidente della locale Sezione dell’Associazione Movimento Consumatori, in nome e per conto dei circa tremila Cittadini Associati, nonché come portavoce di numerose Associazioni che operano nel contesto del tessuto sociale nella Città di San Severo, con la presente intende denunciare l’estrema invivibilità raggiunta dalla nostra Città che versa, ormai da lungo tempo, in una condizione di ristagno assoluto, tanto sotto l’aspetto sociale quanto ed ancor di più sotto l’aspetto economico.
I nostri concittadini, amareggiati e ripetutamente delusi dalle promesse fatte (ovviamente non mantenute) dalla varie Amministrazioni che si sono avvicendate negli anni, sono ormai allo sbando. Certo, tutti sono stati e sono tutt'ora armati delle più nobili intenzioni. Ma la verità è che, giunti a Palazzo Celestini, si rendono immediatamente conto che non è facile cambiare passo, voltare pagina, risanare, rilanciare, valorizzare.
Anche il nostro attuale Sindaco, persona di indiscussa onestà, cultura e lealtà e quanto mai scevra da condizionamenti provenienti dalla Capitale, nonostante l’impegno, la volontà, l’esperienza e la tenacia profuse, ha dovuto ben presto constatare che non è stato possibile attuare quanto Egli ardentemente desiderava. Potremmo certo discutere a lungo sulle responsabilità di questo fallimento, addossandone per esempio all’intero Team amministrativo piuttosto che all’opposizione o, perché no, alla pregressa situazione socio-economica, ma rischieremmo di ricadere nelle solite più che scontate e certamente sterili polemiche.
Ci piace invece ricordare che, nell'immobilismo generale della nostra Città, si muovono con destrezza ed efficacia numerose persone, che pur non essendo espressamente votate alla politica, dimostrano di essere estremamente capaci ed ingegnose oltre che competenti. Ci sono inoltre tante Associazioni locali che svolgono in modo autonomo e senza alcun aiuto e/o contributo, utili servizi in favore dei soggetti sociali più deboli. Ci sono imprenditori che, nonostante tutto, con il loro impegno e le loro energie non solo economiche, danno quotidianamente lustro alla nostra Città nell'intero Continente. D'altra parte conosciamo bene il grande, vero talento dei sanZeveresi, fatto di senso pratico e spirito di sacrificio.
Tutto ciò detto e considerato, chiedo dunque, perché non aprire un confronto leale e reale con tutti i soggetti in indirizzo, senza tener conto delle rispettive bandiere, dei colori politici e di quant’altro possa condizionare decisioni opportune, sensate ed oculate che portino ossigeno all'ormai asfittico tessuto socio-economico sanseverese?
Un confronto senza pregiudizi e… senza precedenti!!!
Siamo proprio certi che non si debba neanche provare ad abbandonare gli individualismi ed a ragionare secondo una logica comune? È così arduo ed utopico abbandonare i vecchi e più che scontati schemi, i giochi di potere, le idee e le fedi politiche, scendendo dai piedistalli e rimboccarsi le maniche, affinché in modo estremamente pratico, si cerchi di rianimare la Città?
In fondo abbiamo poco o niente da perdere e potremmo riportare la nostra San Severo agli splendori di quando era considerata il vero ed unico fulcro commerciale dell’intera Capitanata.
Esorto pertanto il Signor Sindaco e tutti i soggetti in indirizzo ad accogliere questo invito ed estenderlo a tutti i coloro che possono fornire idee, iniziative, energie e vivacità utili e costruttive per il bene di San Severo e dei sanseveresi.

Bruno Maizzi



Scrivete
al Frizzo

Le risposte
del Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.