‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all’indice | Vai all'argomento principale |
“Faeto Libera Unita Democratica”: «L'utopia della trasparenza»
«I cittadini devono sapere quali reali benefici avranno da un’altra centrale eolica, perché in caso contrario non vi è alcuna necessità di costruirne un’altra»

Faeto, 20.01.2009 - «Il tema dell’eolico a Faeto desta sempre molte reticenze ed ambiguità. Il 20 ottobre del 2008 abbiamo regolarmente protocollato presso il Comune di Faeto una comunicazione rivolta al Sindaco in cui lo invitavamo, nel rispetto dei principi della trasparenza dell’azione amministrativa e della partecipazione democratica dei cittadini all’azione amministrativa, ad organizzare un incontro pubblico in cui venissero illustrate le intenzioni della Amministrazione comunale riguardo agli aspetti economici, fiscali, occupazionali, nonché ambientali, legati all’eventuale realizzazione di un’altra centrale eolica, questa volta in località Difesa. Ciò in quanto riteniamo giusto che tutti i cittadini del nostro paese possano essere messi a conoscenza delle conseguenze delle eventuali scelte intraprese ed esprimere le loro opinioni e le loro proposte in merito.
Ebbene da allora il Sindaco non ha mai risposto alla nostra comunicazione ufficiale, ignorando un suo preciso dovere politico. Un dovere, quello di confrontarsi con i cittadini, che non ha mai rispettato in questi otto anni. Un dovere che è stato tradito nel 2000, quando promise nel programma elettorale l’indizione del referendum popolare poi rinnegato dando l’avvio d’imperio alla realizzazione della centrale eolica di San Vito.
In una dichiarazione del 27 ottobre il Sindaco diceva che la questione sollevata dall’opposizione era “un polverone destinato a dissolversi velocemente”. Il Sindaco in un raro impeto dialettico definiva la questione surreale in quanto garantiva che la centrale sulla Difesa non si sarebbe mai costruita, dicendo inoltre che anche la maggioranza era contraria a questo nuovo insediamento. Noi invece rispondemmo, e ne siamo ancora convinti, che il Sindaco avrebbe fatto bene a spiegare ai cittadini che molto probabilmente la centrale eolica sulla Difesa si farà. Il Sindaco concludeva dicendo che era inutile indire una pubblica assemblea per discutere su un fatto che non sussisteva.
Ma a seguito di un nostro comunicato del 3 gennaio del 2009 contenente una nostra reiterata richiesta ad un incontro pubblico, finalmente il Sindaco risponde il 5 gennaio 2009 iniziando a dire lentamente ma inesorabilmente le cose come stanno. Infatti dichiara che sino al 2010 non si farà la centrale eolica sulla Difesa, ma che “se nel frattempo dovesse pervenire una proposta vantaggiosa per il Comune, essa si farà” previa indizione di un referendum popolare.
Si arriva con otto anni di ritardo al rispetto di un impegno ormai dimenticato. Non è corretto far conoscere la propria posizione ai cittadini attraverso qualche sporadica dichiarazione, ancor di più dal momento in cui vi è una richiesta ufficiale di una parte politica ad un incontro pubblico con i cittadini continuamente evitato dal Sindaco in questi anni. E poi, chi di dovere trovi il coraggio e dichiari al cospetto dei cittadini che è molto ma molto favorevole alla costruzione di un’ennesima centrale eolica, stavolta sulla Difesa, e cioè in una posizione che devasterebbe paesaggisticamente il nostro paese e che come le altre non produrrebbe alcun beneficio occupazionale e fiscale se non un arricchimento di pochi.
I cittadini devono sapere quali reali benefici avranno da un’altra centrale eolica, perché in caso contrario non vi è alcuna necessità di costruirne un’altra».

Il Gruppo Consiliare
“Faeto Libera Unita Democratica”



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.