‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all’indice | Vai all'argomento principale |
"Faeto Libera" e la Torre dell'orologio
Nell’ultimo Consiglio comunale abbiamo presentato un’interrogazione per avere informazioni su quest’antenna collocata inopinatamente sulla Torre dell’orologio

Faeto, 26.02.2009 - «A Faeto i simboli che rappresentano la storia della nostra comunità non sono tutelati e valorizzati nella giusta maniera. Come la Torre dell’orologio, che è da secoli uno dei simboli del nostro paese e detta lo scorrere del tempo della nostra comunità attraverso un orologio dotato di un meccanismo antico e prezioso. Sui suoi muri, peraltro, vi è l’iscrizione dei nomi dei cittadini faetani che hanno dato la loro vita per la patria nel corso della Grande Guerra. Essa è da qualche anno in condizioni decadenti e nessuno ricorda negli ultimi cinquant’anni uno stato di abbandono così marcato.
Ma se ciò non bastasse, su di essa è stata posta, quasi di nascosto, una misteriosa antenna. Nell’ultimo Consiglio comunale abbiamo presentato un’interrogazione per avere informazioni su quest’antenna collocata inopinatamente sulla Torre dell’orologio e sulla sua eventuale pericolosità riguardo all’emissione di onde elettromagnetiche dannose per la salute dei cittadini.
Sul primo punto ci è stato risposto che essa sarebbe un ponte radio per portare l’ADSL ad un Ufficio turistico posto in una strada fiancheggiante il Belvedere. Sul secondo, invece, ci è stata presentata una relazione in cui la società che ha posto l’antenna dichiara che essa non è nociva alla salute dei cittadini. Ovvero il classico caso in cui il controllato fa anche il controllore.
Noi abbiamo chiesto al Sindaco, in qualità di autorità sanitaria del paese, di attivarsi per verificare attraverso i controlli da parte di un soggetto terzo l’eventuale pericolosità di quest’antenna e porremo in essere tutte le iniziative affinché questo avvenga in tempi brevi. In un paese in cui non abbiamo inquinamento non è possibile che dopo la battaglia che ci ha condotto ad ottenere lo spostamento dell’antenna di telefonia mobile sulla scuola venga riproposta un’altra antenna nel paese. E non è accettabile che questo avvenga dopo che nel 2005 abbiamo presentato una proposta di deliberazione, approvata all’unanimità dopo un’estenuante discussione, per la costituzione di una commissione paritetica per la redazione di un Regolamento comunale sulla razionale collocazione di antenne di telefonia mobile e non solo in modo che non succedesse più che esse fossero poste nel centro urbano.
La tutela dei cittadini deve necessariamente essere al primo posto in qualsiasi azione amministrativa esercitata. Ma ci lascia altresì perplessi il fatto che l’antenna sia stata posta su uno dei simboli del nostro paese offendendone la sua antica architettura. Un’altra manifestazione di approssimazione e sufficienza da parte di chi ci dovrebbe tutelare.
Anche per questo ci batteremo affinché essa venga collocata in un posto che non offenda le nostre origini e la nostra storia in modo che sempre di più siano valorizzati i simboli di un passato glorioso ed antico».

Gruppo Consiliare
Faeto Libera Unita Democratica
www.faetolibera.it
faetolibera@libero.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.