‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all’indice | Vai all'argomento principale |
"Uniti per Sant'Agata" con Gerardo Marchese Sindaco: «Vogliamo un Comune trasparente»
Un legale risponde alle interrogazioni facendo le veci di sindaco e assessori. Presto una delegazione dal Prefetto con un dossier sulla vicenda

Sant'Agata di P., 10.04.2009 - «L’Amministrazione comunale di Sant’Agata di Puglia ha un primato: è l’unica d’Italia in cui a rispondere alle interrogazioni consiliari non sono il sindaco o gli assessori, ma un legale nominato dal primo cittadino. Ci sarebbe da ridere, se non ci fosse da inorridire».
È Giuseppe Gerardo Marchese, candidato sindaco per la lista civica UNITI PER SANT’AGATA, a denunciare pubblicamente un modo di operare che da troppo tempo caratterizza l’Amministrazione comunale del sindaco uscente Vito Nicola Cristiano. «È tutto documentato – prosegue Marchese –, abbiamo una lunga serie di “non risposte” scritte dal legale che si è sostituito ai nostri amministratori. Ed è sempre questo avvocato a giustificare i ripetuti dinieghi dell’Amministrazione di fronte a consiglieri comunali per ciò che concerne l’accesso agli atti amministrativi. Se questa è trasparenza… Presto una nostra delegazione si recherà dal Prefetto consegnando un dossier sulla situazione che caratterizza il Comune di Sant’Agata di Puglia».
Le interrogazioni e la richiesta di documenti amministrativi, in questi mesi, hanno riguardato diverse e importanti questioni. «All’Amministrazione comunale sono state chieste spiegazioni e rendiconti inerenti la grave situazione debitoria delle casse comunali, allegati al bilancio preventivo e di programmazione, gli strumenti di finanza derivata attuati dal governo cittadino, il rendiconto dettagliato degli oltre 190mila euro spesi per gli eventi estivi. In tutti i casi abbiamo ricevuto silenzio, monosillabi senza senso e le “non risposte” di un legale cui certamente non appartengono le prerogative che spettano solo e soltanto agli eletti dai cittadini – continua il candidato sindaco di Uniti Per Sant’Agata –. Alla cittadinanza vogliamo dire che faremo tutto ciò che è nel nostro diritto-dovere per fare in modo che questa situazione finisca al più presto. Al sindaco e alla giunta chiediamo di rispettare il proprio ruolo e di tenere in maggiore considerazione le sacrosante richieste di trasparenza che giungono dai santagatesi. Ci auguriamo che questo incomprensibile atteggiamento di chiusura – conclude Marchese – non significhi che la situazione delle finanze comunali è tanto grave da indurre qualcuno a stendere un velo d’oscurità su di essa. Se così fosse sarebbe ancor più censurabile e poco responsabile l’atteggiamento di chi, di fronte alle proprie responsabilità, deve sempre e comunque dare conto a tutta la cittadinanza. Noi vogliamo un Comune trasparente, lo vogliono tutti i cittadini di Sant’Agata e ci impegneremo politicamente e pubblicamente in ogni sede e in tutti i modi previsti dalla Costituzione perché questa volontà sia rispettata».

www.unitipersantagata.it
Gerardo Marchese Sindaco



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.