‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Leggi le altre di Provincia | Vai all'argomento principale |
Rino Lamarucciola, un sindaco “big” che si concede il “bis”
“Repitata iuvant!”, verso il (re)impegno in campagna elettorale

Pietramontecorvino, 11.02.2008 - «Il tempo, l’esperienza di vita, le occasioni di sviluppo mancate, ci hanno insegnato, come pure ancor oggi ci insegnano, che gli apparati di una burocrazia “politicante” non possono certo sostituirsi all’asse sostenuto dalla prassi politica vera e propria».
Passionalità nelle esternazioni verbali, recisione nei modi di somministrarle all’uditorio, una “vis” polemica ostentata senza affettazione alcuna, specie all’indirizzo di quelle figure dirigenziali, o solamente funzionariali, che talora pensano di sostituirsi agli eletti dal popolo.
È, questa, la disamina alla quale il Sindaco uscente di Pietramontecorvino, Saverio Lamarucciola, ha demandato la decifrazione della propria esperienza da primo cittadino in un comune dell’area preappenninica poco al di sopra dei tremila abitanti e con all’incirca millequattrocento soggetti vantanti il diritto al voto.

“Repitata iuvant!”, verso il (re)impegno in campagna elettorale

Tempo di bilanci, ma non solo, per l’assegnatario della fascia tricolore nella cittadina di Sant’Alberto. Stante la quasi acclarata volontà dell’esponente alleantino, nello spendersi per una seconda discesa nell’agone delle Amministrative, in calendario per l’ormai imminente primavera.
E parrebbe, anzi, che ad una (ri)candidatura peraltro univoca e unitaria rispetto agli ambienti del centrodestra petraiolo, funga da contraltare la mancata convergenza nell’opposta alleanza elettoralistica, verso un nominativo solo da opporre all’odierno responsabile dell’attività amministrativa.
Strada in discesa, ergo, per il carismatico detentore della fascia tripartita, il cui primo successo sulla roulette delle consultazioni elettorali del 25 e 26 maggio 2003, venne accolta con entusiastica enfasi dall’allora Cidielle. Quella raggiunta dal ferale dardo dell’ennesima débacle sullo sfondo delle Elezioni Provinciali. Ma questa è ben altra storia.

Ape, dal Subbappennino Settentrionale al cuore della moderna Europa

Quanto all’archiviazione del primo, eppure a questo punto non unico, ciclo elettivo a firma di Lamarucciola viene di riportare alla memoria le azioni fondanti del suo stesso “sindacato”.
Dalla progettazione alla stesura della progettualità operativa “Ape” (Appennino Parco d’Europa, ndr). Configurata al pari di un intervento di infrastrutturazione ambientale a supporto delle politiche di conservazione della natura e della biodiversità. Avente come centro pulsante l’arco dei Monti Dauni e Pietramontecorvino come punto baricentrico.
Centro tra quelli a minor densità demografica, Pietra, uno di quei 5mila borghi del Belpaese con una popolazione al di sotto delle 5mila unità.
Handicap a dispetto del quale, ma in virtù dell’intesa opera propriamente esercitata sul campo da Lamarucciola, le è stato concesso di accedere alla Consulta Pugliese emanazione dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

L’impresa di “rinsanguare” le finanze esangui del Municipio

Della scorsa estate, poi, la notizia dell’erogazione di un maxi sovvenzionamento per ripianare le criticità ascrivibili al dissesto idrogeologico in atto. Qualcosa come 930mila Euro concessi dall’Ente Regione e tutti appannaggio di Pietra.
Autentico “unicum” per una realtà di dimensioni consimili, un vanto per chi ne ha consentito la somministrazione effettuale.
Innanzitutto se la memoria si adagia sulle notorie vicende post-sisma, nel momento in cui Lamarucciola si produsse in un gesto temerario e onusto di fierezza politico-personale: la simbolica consegna delle chiavi di un Comune, il suo, che all’epoca poteva ritenersi “fallito”.
Posta l’impossibilità a incamerare le risorse rivenienti dal pagamento dell’Ici, non applicata alle comunità raggiunte dagli sconquassi, introdotti dalle scosse sismiche del 31 ottobre e del 1 novembre 2002.
Non meno apprezzata dal pubblico sentire, la volontà a monitorare i fenomeni correlabili all’eolico selvaggio, alla luce di una possibile ingerenza rispetto alla natura dei luoghi e di un ennesimo tentativo di aggressione in danno degli spazi archeologico-monumentali.
Montecorvino “in primis et ante omnia”. Il che non è roba di tutti i giorni. Tutt’altro invece.

Una “Terra-vecchia” per una visione nuova dell’agire politico

“Suoni, Sapori, Colori di Terravecchia” è quella kermesse che ha favorito, nel tempo, la messa a valore della zona più antica del paese, disposta tutt’intorno alla Torre del Palazzo Ducale e caratterizzata da un impianto urbanistico ad anello, su cui si innesta una rete di vicoli angusti che offrono vedute mozzafiato sulle colline circostanti.
Eppur come? Grazie ad esposizioni artistico-artigianali, eventi intessuti a doppio filo all’eno-gastronomia del territorio e spettacoli all’aperto, che a settembre di ogni anno costituiscono, in forma singola e aggregata, rinnovate opportunità di incontro e di confronto.
Soprattutto nella sfera dell’agire socio-culturale, sia per la comunità cittadina, sia per i turisti od anche solo per i visitatori d’occasione.
Esempio paradigmatico, quest’ultimo, encomiabile e al contempo esportabile nelle muncipalità viciniori.
Magari sull’impulso del “modello Pietramontecorvino” e sotto l’egida di un amministratore e di un parlamentino locale, illuminati di proprio e illuminanti per gli altri, a cui ancora non riesce di esserlo.

Costantino Montuori



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.