‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all’indice | Vai all'argomento principale |
“Faeto Libera Unita Democratica”, la Tarsu e la raccolta differenziata
«La verità è che abbiamo bisogno della buona politica, di quella politica fatta di provvedimenti concreti e di risoluzione dei problemi e non di eolico selvaggio senza benefici per i cittadini»

Faeto, 29.05.2008 - «Il Gruppo Consiliare “Faeto Libera Unita Democratica” vuole ritornare sulla questione della raccolta differenziata. Abbiamo denunciato in questi tre anni che essa nel nostro paese non è mai partita sebbene ci siano da anni leggi che la prevedano e che sanzionino l’immobilità dei comuni che non la realizzano.
Abbiamo sostenuto che la raccolta differenziata non solo tutela l’ambiente, ma riduce anche la Tarsu, ovvero la tassa comunale sui rifiuti, il cui costo é pagato interamente dai cittadini. Inoltre si potrebbero costituire cooperative intercomunali per realizzare la raccolta differenziata creando, in tal modo, anche opportunità di lavoro per i giovani. Ma siamo alla troppa modernità per chi è abituato a fare della politica una noiosa prassi quotidiana e non un servizio alla collettività. Essa dunque genera solo benefici ed evita anche le vergognose scene cui stiamo assistendo in Campania da mesi.
Siamo stati accusati dal Sindaco di criticare il nostro paese, che invece rispettiamo moltissimo e le nostre continue battaglie per migliorarlo lo testimoniano, mentre ora il Governo lancia una decisa lotta contro i Comuni che non fanno la raccolta differenziata. Addirittura è stato presentato un disegno di legge che prevede il commissariamento dei Comuni che non la realizzano. Inoltre, in questi giorni l’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia ha pubblicato una lista di Comuni inadempienti e che non si degnano neanche di comunicare i motivi della mancata predisposizione della raccolta differenziata. Ovviamente c’è Faeto tra i 24 comuni inadempienti della nostra provincia. La motivazione dell’assessorato è che “Tali inadempienze sono significative delle difficoltà e della superficialità con cui a volte le Amministrazioni locali affrontano la questione”. Il nostro comune è inadempiente anche in questo settore.
Un paese che possiede dal 2002 decine di cassonetti per la raccolta differenziata costati oltre 15.000 euro di soldi pubblici appartenenti a tutti i cittadini, accatastati ignobilmente alle spalle del Comune. Chiediamo al Sindaco: ma a questo punto anche il Governo e la Regione Puglia parlano male del nostro paese? La verità è che abbiamo bisogno della buona politica, di quella politica fatta di provvedimenti concreti e di risoluzione dei problemi e non di eolico selvaggio senza benefici per i cittadini, di lavori pubblici inutili e soprattutto di vuote parole cha da anni caratterizzano la sterile azione amministrativa nel nostro paese che non ha condotto ad alcun benessere reale e duraturo per i cittadini.
Questa è la vera offesa per il nostro paese che, ormai, non può più aspettare una politica che genera rassegnazione ed una speranza sempre più incerta nei cittadini».

Il Gruppo Consiliare
“Faeto Libera Unita Democratica”



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.