‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all’indice | Vai all'argomento principale |
Faeto Libera e gli interminabili lavori del campo sportivo
Chi amministra il nostro paese continua a considerare le nuove generazioni come formate solo da elettori e non come titolari di diritti e come risorsa da promuovere e da valorizzare

Faeto, 23.07.2008 - A Faeto si spendono continuamente soldi pubblici per il campo sportivo e le strutture ad esso annesse, ma la loro utilizzazione è una lontana chimera. La storia è sostanzialmente questa. Nel 2001 l’attuale Amministrazione decide di contrarre un mutuo, si badi che di lì a poco inizierà la cantilena riguardante i debiti che caratterizzerebbero il bilancio del Comune di Faeto, pari a 100.000 euro per effettuare alcuni lavori di sistemazione del campo sportivo che sono stati successivamente effettuati. Ora, su questa somma il Comune paga 12.600 euro all’anno di quota per una durata pari a 10 anni. Non contenti di questo mutuo l’Amministrazione ne contrae nel 2005 un altro pari 290.000 euro, di cui 116.000 euro sostenuti dalla Regione Puglia e 115.000 sostenuti dal Comune di Faeto, in collaborazione con il Ministero allo Sport, a cui compete il pagamento di una cifra pari a 1.600 euro annui che il Comune dovrà versare per una durata di 20 anni, mentre i restanti 59.000 euro saranno ancora a totale carico del Comune con un esborso pari a 7.200 euro all’anno per una durata di 10 anni. Tutto ciò per svolgere ulteriori lavori di sistemazione del campo sportivo e delle tribune che devono ancora essere effettuati.
Questo è stato fatto mentre ci si lamentava continuamente e ci si lamenta ancora dei debiti del bilancio del Comune e soprattutto con l’evidente contraddizione che il campo sportivo è inutilizzato e chissà per quanto ancora lo resterà. Basti pensare che i giovani del nostro paese per giocare a calcio sono costretti ad andare in qualche paese vicino, dove vi sono campetti ben attrezzati o, come se si fosse ancora negli anni sessanta, a giocare a  pallone nella piazza vicino alla Chiesa a ridosso di una via dove passano varie automobili, con tutti i rischi che possono correre  per la loro incolumità. Un altro dei regali fatto ai giovani del nostro paese che sono agli occhi degli amministratori sempre di più una generazione invisibile. Non si permette, ai giovani ed ai cittadini in generale, compresi quelli del Villaggio turistico San Leonardo, di svolgere attività sportive nonostante la presenza di strutture adatte che però sono inutilizzabili.
Purtroppo è un’ulteriore conferma del fatto che chi amministra il nostro paese continua a considerare le nuove generazioni come formate solo da elettori e non come titolari di diritti e come risorsa da promuovere e da valorizzare anche facendogli vivere nella spensieratezza e nella libertà la loro preziosa età ed i loro sogni. Non si vuole far diventare le nuove generazioni protagoniste del cambiamento. Esse sono solo vittime e non artefici del loro futuro.
Ma ormai anche nei giovani la realizzazione degli importanti obiettivi in questi anni si sono trasformati in una cruda disillusione per le continue promesse mai realizzatesi.

Il Gruppo Consiliare
"Faeto Libera Unita Democratica"



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.