‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all’indice | Vai all'argomento principale |
Pasquale Dotoli a proposito del piano di riorganizzazione delle scuole a Lucera
«Soddisfazione per l'IPSIA ed il Rosmini, ma non mi sento di condividere la posizione del Commissario Prefettizio dott. Michele Di Bari riguardo alla Fasani»

Lucera, 15.11.2008 - Ieri, 14 novembre, la Giunta Provinciale ha deliberato la proposta di piano di organizzazione della rete scolastica della provincia di Foggia. La proposta sarà inviata alla Regione per la definitiva adozione.
A darne comunicazione è il consigliere provinciale del PdL di Lucera Pasquale Dotoli che ha aggiunto: «Così come previsto, agli allarmismi messi in atto in maniera artificiosa da una sinistra priva di argomenti propositivi, ha fatto riscontro la predisposizione da parte dell’assessore Billa Consiglio di un oculato piano che prevede a fronte delle paventate perdite di autonomia scolastica di circa 51 scuole del territorio solo la revoca della autonomia di 9 scuole e la possibilità di istituire due nuove istituzioni a Margherita di Savoia e a Foggia. Giova anche dire – ha ancora affermato Dotoli – che delle sette revoche di autonomia nelle scuole del primo ciclo solo 4 sono conseguenti a piani di razionalizzazione, mentre tre istituzioni, pur avendo i requisiti per conservare l’autonomia, per libera scelta dei comuni perdono tale identità giuridica».
Inevitabile per Pasquale Dotoli esprimere«…notevole soddisfazione per l’attenzione riservata alla città di Lucera, che ha visto l’ente provincia, a seguito anche di mia sollecitazione, recepire l’esigenza di conservare l’autonomia dell’Istituto Superiore “Marrone” e dell’Istituto Magistrale “Rosmini” per la specificità dell’azione formativa svolta dalle predette istituzioni».
Un pensiero a parte è stato poi manifestato per quanto riguarda la Scuola Media “Fasani”: «Purtroppo – ha asserito rammaricato il presidente della commissione provinciale lavori pubblici – l’esiguo numero di alunni (201) non consente di mantenere l’autonomia, ma non mi sento di condividere la posizione del Commissario Prefettizio dott. Michele Di Bari (comunicata anche durante l’incontro con il mondo dell’informazione, ndr), espressa dalla Dirigente dott.ssa Domenica Franchino in sede di conferenza di servizio circa la proposta di chiudere il punto di erogazione del servizio scolastico e di trasferire “coattivamente” gli alunni presso il nascente istituto in zona 167. La scuola media “Fasani” è frequentata da alunni che gravitano nel centro della città cui non può essere sottratto un efficace servizio scolastico, motivo per cui condivido l’ipotesi della Provincia di accorpare la scuola al Convitto Nazionale. In tal modo anche il Comune verrebbe a risparmiare circa 130 mila euro all’anno. Della situazione ho interessato anche il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale dott. Giuseppe De Sabato – ha concluso Dotoli – che mi ha assicurato una sua iniziativa in proposito. Esprimo all’assessore Consiglio le mie congratulazioni per l’ottimo servizio reso alla comunità scolastica di Capitanata».

Roberto Notarangelo



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.