Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

Il centrodestra lascia liberi gli elettori di decidere. «Il centro sinistra ci aveva chiamati ma abbiamo detto no ad accordi sottobanco»
«Ci hanno contattato ed abbiamo risposto che non volevamo fare accordi poco trasparenti con alcuno, ma solo sposare un progetto di riscatto per la città rispetto a quanto si è visto in questi anni»

Lucera, 01.10.2020 – Il centrodestra di Lucera non suggerisce alcuna indicazione di voto in merito al ballottaggio che vedrà di fronte, domenica 4 e lunedì 5 ottobre, i due candidati sindaci Fabrizio Abate per la coalizione di centrosinistra "Insieme per Lucera" e Giuseppe Pitta per la coalizione "Facciamo Piazza Pulita". Lo fa capire in maniera chiara ed inequivocabile in un comunicato – diramato ieri in tarda serata – in cui si legge: «Abbiamo proposto al centrosinistra, che si era a noi rivolto, chiedendo una convergenza sul candidato, un patto per la città, programmatico e politico; non abbiamo voluto stringere, infatti, patti o accordi che non fossero chiari, trasparenti e compartecipati con la città». Insomma un eventuale accordo sarebbe stato accettato dalla coalizione "Ricomponiamo il futuro" – che aveva proposto Giuseppe De Sabato candidato sindaco di Lucera – solo alla luce del sole e non con accordi sottobanco che avrebbero soddisfatto chissà quali richieste come prezzo eventuale da pagare, perché «nessuna richiesta vi è stata, ma solo la volontà di stringersi intorno ad un progetto di riscatto per la città rispetto a quanto si sia assistito in questi anni», fanno sapere dal centrodestra. Ed è talmente chiaro, quel comunicato che qui vi riproponiamo, che non lascia scampo ad alcuna interpretazione: un possibile patto politico per la città chiaro e senza sotterfugi, da sigillare con la coalizione a sostegno di Abate dalla quale erano partite le avances alla compagine di centrodestra. Una disponibilità che il centrosinistra non avrebbe colto. E al di là delle incomprensioni, altrettanto chiaro appare anche il messaggio di "Ricomponiamo il futuro" nel momento in cui scrive: «Invitiamo tutti a tenere nel ballottaggio comportamenti consapevoli ed, eventualmente, esprimere il voto senza condizionamenti, in maniera libera e democratica. Di certo il dialogo politico costruttivo e fattivo, che noi auspichiamo da sempre, in cui anche l’opposizione, nella differenza dei ruoli, sia ascoltata e coinvolta, potrebbe più facilmente realizzarsi con quegli uomini ed esponenti politici che dimostreranno attenzione verso i problemi della città e nel rispetto delle istituzioni».

Il comunicato stampa

«Nelle elezioni comunali del 20 e 21 settembre u.s. la coalizione di centrodestra “RICOMPONIAMO IL FUTURO” si è presentata agli elettori per offrire un’alternativa politica rispetto alle ultime amministrazioni fallimentari che hanno guidato la città di Lucera.
Riteniamo che Lucera poteva e doveva e deve essere amministrata in maniera diversa da come lo è stata negli ultimi anni e che ha avuto come unico risultato il dissesto finanziario del nostro comune.
Lucera ha necessità di cambiare per crescere e tornare ad essere una Città fiorente, viva, attrattiva, ed essere concretamente città d’arte e di cultura.
Con le elezioni del 20 e 21 settembre, va preso atto che quasi la metà dei cittadini ha, viceversa, concesso il proprio consenso proprio a quelle forze ed esponenti politici che hanno determinato il dissesto finanziario e il decadimento economico e sociale della città.
Lo scenario che si è venuto a creare purtroppo non è quello che auspicavamo: a contendersi il gratificante onere di guidare la Città sono due coalizioni – una di centro sinistra e l’altra composta unicamente dalle forze “apparentemente civiche” che hanno amministrato, si fa per dire, il comune negli ultimi 6 anni.
Per questo motivo abbiamo proposto al centro sinistra, che si era a noi rivolto, chiedendo una convergenza sul candidato, un patto per la città, programmatico e politico; non abbiamo voluto stringere, infatti, patti o accordi che non fossero chiari, trasparenti e compartecipati con la città.
Siamo, comunque, consci dell’opportunità che il ballottaggio del 4 e 5 ottobre offre per scegliere una guida per la città di Lucera, ma, come detto, non rinvenendo, a nostro giudizio, elementi e progettualità tali da riscuotere il nostro appoggio, lasciamo liberi i nostri elettori circa il comportamento da tenere nelle operazioni di ballottaggio.
Siamo certi che, in una situazione politica “diversa”, ci siano migliori condizioni per far conoscere in maniera più efficace la nostra proposta politico-amministrativa, la nostra idea di città a quella fascia della popolazione che non siamo ancora riusciti ad avvicinare.
Ed è per questo che invitiamo tutti a tenere nel ballottaggio comportamenti consapevoli ed, eventualmente, esprimere il voto senza condizionamenti, in maniera libera e democratica. Di certo il dialogo politico costruttivo e fattivo, che noi auspichiamo da sempre, in cui anche l’opposizione, nella differenza dei ruoli, sia ascoltata e coinvolta, potrebbe più facilmente realizzarsi con quegli uomini ed esponenti politici che dimostreranno attenzione verso i problemi della città e nel rispetto delle istituzioni.
In ogni caso, garantiamo che nel Consiglio Comunale e nella città saremo i portavoce delle istanze di tutti e che assicureremo il vigile e puntuale controllo dell’azione amministrativa.
Ci faremo garanti di tutti i cittadini, nessuno escluso».

Il Frizzo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.