Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

Marina Petroianni candidata con "La Puglia Domani - Fitto Presidente". La Lega si morde dove non arriva
Arriva la conferma della candidatura della Petroianni in coppia con Paolo Dell'Erba. Nel centrodestra, alle comunali, testa-coda di Biagio Russo che candida il figlio con Di Battista. Il M5S non si allea con PD e Italia in Comune e ripropone Raffaella Gambarelli

Lucera, 18.08.2020 – Facciamo un esercizio iniziando con un periodo lungo ma comprensibile a chiunque.
Alla fine la Lega a Lucera (e non solo) andrà a finire che si morderà là dove non ci arriva, dimostrando il teorema che certi movimenti politici in terra federiciana in certi casi son buoni solo per portare una manciata di voti a questo e a quel forestiero (legittimo, per carità!) e guai a chi accampa pretese! E allora i vari Vincenzo Pecoriello (già commissario leghista con patronato UIL vicino a Juri Galasso – renziano a sua volta), Dalila Lilian Brescia (candidata sindaca della Lega dei Tré-Tré o qualcuno in più), Marcello Ferrante (quello che risponde "…sono fatti nostri chi dovrà essere il candidato sindaco di Lucera della Lega", lo stesso che si rivolge alla stampa con un "…ti do' un consiglio") e qualche altro splendido sostenitore che pitta scenari lucerini dal capoluogo di Capitanata con navigati commissari nostalgici del berlusconismo, insomma gli stessi che a febbraio scorso organizzavano il pranzetto di presentazione di quello stesso splendido candidato di pochi leghisti lucerini alla Regione e che estromettevano Marina Petroianni, magari ora dovranno registrare a malincuore (più "malin" che "cuore") che proprio Marina Petroianni esce alla grande da quella vicenda.

In fondo cosa c'era di male nel proporre una candidata donna lucerina (e non ancora si sapeva della doppia preferenza di genere) ed ostinarsi nel portare da Foggia a Lucera un altro soggetto da sostenere alle Regionali?

Il ragionamento che veniva avanzato in fondo non faceva una piega: fare uscire il partito a Lucera rafforzato con una sua candidata forte che solo alle comunali nel 2019 aveva messo a segno un botto che si avvicinava alle 500 preferenze.

E così Marina Petroianni oggi conferma le indiscrezioni anticipate dal Frizzo ormai da tempo: è candidata in Regione Puglia con la lista "La Puglia Domani - Fitto Presidente" con il doppio hashtag #insiemeinregione e #laforzadelledonne. E nientemeno in coppia che con un candidato eccellente come Paolo Dell'Erba. Una candidatura, dopo quella di Peppino Pica con "Fratelli d'Italia" e Franco Sammartino con "Partite Iva con Fitto - Alleanza Liberale", che tende così e ridimensionare probabilmente le pretese dell'ex sindaco di Lucera dimessosi proprio dopo un anno dalla sua elezione a primo cittadino per preferire la corsa con Emiliano, lasciando la nave di Palazzo di Città alla deriva dopo il disastroso dissesto.

E passiamo alle elezioni Comunali per registrare, nelle file del centrodestra (dove Giuseppe de Sabato non ha ancora sciolto la riserva sulla sua candidatura a sindaco perché si attenderebbero le grazie di una Lega che non s'é capito dove voglia arrivare) uno di quei testa-coda da Oscar messo in atto dall'infallibile Biagio Russo che appena alcune sere fa, uscendo da un confronto dalla sede di Forza Italia in via Biagio Di Giovine tra le forze di centrodestra, ammetteva felice e contento che c'era l'intesa certa sul nome di De Sabato.

Pare sia andata a finire che ha candidato suo figlio in una lista di sostegno al nipote Francesco Di Battista.

"We are family…".

Ultima per chi batte: il Movimento 5 Stelle correrà da solo riproponendo candidata sindaco Raffaella Gambarelli, fermo restando la certificazione della lista da Roma. Nulla di fatto, quindi, rispetto ad una ipotesi di alleanza con PD e "Italia in Comune", nonostante la Piattaforma Rousseau giorni fa abbia dato il via libera al "liberi tutti alleati con chi vuoi".

Il Frizzo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.