Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

Un Consiglio Comunale in ordine sparso
Ingresso interdetto al pubblico (si spera non alla stampa). Platea a sindaco e consiglieri comunali. Palchi agli assessori. Palcoscenico al presidente e al segretario. Palco centrale con la telecamera puntata solo sui due sul palco. Un solo microfono "gelato" per tutti

Lucera, 13.06.2020 – Sapete come si svolgerà la prossima seduta di Consiglio Comunale di Lucera (scarica l'ordine del giorno), prevista in prima convocazione il 18 giugno ed in seconda convocazione il giorno successivo che con ogni probabilità sarà quello designato perché il giorno prima faranno mancare il numero legale?

Ebbene per questioni di sicurezza sul palcoscenico del Teatro Garibaldi figureranno solo il presidente dell'assise Giuseppe Pitta ed il segretario comunale Giuseppe Ferdinando De Scisciolo, mentre gli assessori si accomoderanno sui palchi (primo ordine) in presenza di massimo due persone. I consiglieri comunali e il sindaco? Si sistemeranno a debita distanza sulle poltroncine della platea.

L'ingresso sarà interdetto al pubblico (si spera non agli organi di informazione perché sarebbe davvero grave). Come sarà possibile, quindi, seguire i lavori del Consiglio Comunale? La persona addetta allo streaming è una sola e la telecamera sarà puntata fissa – posizionandola sul palco centrale – soltanto sul palco, precisamente sul presidente dell'assemblea consiliare e sul segretario comunale. Non sarà possibile osservare, durante la diretta, tutti gli altri partecipanti che potranno essere seguiti attraverso la sola voce.

Un altro problema sarebbe rappresentato dalla presenza di un solo microfono "gelato" per tutti, un fatto che andrebbe a creare non poche difficoltà durante il dibattito e considerando come saranno distribuiti i componenti l'assise. Insomma servirà un'altra persona che faccia da "corriere" nel passaggio del microfono.

Una situazione davvero curiosa se si pensa che la coalizione pagnottara era partita, agli esordi del primo mandato, con la ferma intenzione di svolgere le sedute di Consiglio Comunale all'aperto (almeno durante le giornate più miti come sta avvenendo, per esempio, in questi giorni) pur di rendere partecipe la cittadinanza quanto più possibile. Un'intenzione che si arenò dopo un paio di "uscite", anche per evidenti problemi connessi all'assetto logistico ed organizzativo e ancor più alla disponibilità del personale comunale a fare gli straordinari, ma non certo "a gratis".

Così come risultò una vera e propria deriva tutoliana il progetto di installare le webcam nei luoghi in cui si tengono le Commissioni Consiliari Permanenti pur di risultare alla popolazione il più trasparente possibile ai suoi occhi che invece, come si è verificato, hanno visto calare un velo opaco.

Il Frizzo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.