Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

«Lucera: la Corte dei Conti boccia il piano di riequilibrio (pre-dissesto)». La politica dei dilettanti allo sbaraglio secondo FdI
Per FdI resta «la vuota propaganda, dai proclami ridicoli, la spesa allegra di una amministrazione alla ricerca della mistificazione della realtà»

Lucera, 10.07.2019 Terminata la “sbronza” elettorale, favorita da una gestione allegra delle casse comunali, è intervenuta la mannaia della Sezione Regionale di Controllo la quale, secondo le notizie diffuse da un organo di stampa locale, ha bocciato il piano di riequilibrio. Non vi è motivo di dubitare dell’accaduto giacché gli amministratori in carica, nel predetto articolo-comunicato, lungi dal diramare notizie ufficiali, hanno però confermato il tragico epilogo della vicenda iniziata cinque anni orsono.
Al di là delle confuse dichiarazioni rilasciate in tale sede, l’art. 243 quater comma 7 del Tuel prevede l’applicazione dell’art. 6 comma 2 del D.Lgs. 149/20011 con il prefetto che assegna al Consiglio Comunale il compito di esprimersi, entro 20 giorni, sul dissesto finanziario dell’Ente.
Sarà fallimento, dunque, salvo che non intervenga il miracolo dell’accoglimento del ricorso davanti alle Sezioni Unite.
Sarà il fallimento di un’esperienza amministrativa, quella pagnottara, ma sarà anche il fallimento del nostro Comune, con le disastrose conseguenze che ne seguiranno in termini di immagine e paralisi amministrativa.
Una morte annunciata da un pre-dissesto nato male per interessi particolari, curato peggio (inutili i moniti del dott. Ciro d’Aries responsabile dell’Organismo di Valutazione, invitato cortesemente a prendere la porta d’uscita) e finito in maniera disastrosa.
C'è poco da gioirne.
Quello di Fratelli d’Italia è un “peana”, un canto di dolore rimasto per lungo tempo inascoltato anche perché silenziato dalla vuota propaganda, dai proclami ridicoli e dalla spesa allegra di un’amministrazione alla perenne ricerca della mistificazione della realtà.
Adesso ci saranno delle conseguenze.
Ebbene i responsabili paghino!
Come per lungo tempo, troppo tempo, hanno pagato e pagheranno ancora i cittadini.
Specie i più deboli, quali i destinatari del Piano Sociale di Zona, commissariato a causa dei tagli delle risorse, per la necessità di dover fare cassa dove non si sarebbe potuto e dovuto.
Sia fatta giustizia.

Fratelli d’Italia Lucera
Il coordinamento cittadino

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.