Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

Colpo basso al PD di Lucera dall'assessore Raffaele Piemontese. Il partito pronto a fermare la campagna elettorale
"Sgarro" del dirigente provinciale del PD ai suoi del partito di Lucera: si reca a rendere visita alla sede elettorale di Abate e Del Gaudio e scarica il suo PD, il candidato sindaco Antonio Dell'Aquila e il segretario Ernesto Maria Giannetta mentre fa visita con Tutolo,gli stessi Abate e Del Gaudio ed altri amici pagnottari all'ospedale Lastaria

Lucera, 02.05.2019 «Non ho chiamato nessuno del partito di Lucera, sono venuto all'ospedale per rendermi conto personalmente della struttura». Così parlò l'assessore regionale al Bilancio del Partito Democratico, Raffaele Piemontese, intervistato questa mattina durante un "blitz" del Frizzo, nel contesto della visita che lo ha portato presso l'ospedale Lastaria di Lucera dopo l'annuncio in pompa magna, ormai alle porte della campagna elettorale, di una delibera che prevede l'accorpamento del nosocomio lucerino all'Università di Foggia.
Nessuno si aspettava l'improvvisa apparizione di quel fastidioso giornale telematico contrario a portare domande su un vassoio d'argento. Il fastidio lo leggevi sui volti imbronciati del sindaco uscente Antonio Tutolo, dell'assessore Fabrizio Abate (fedelissimo di Piemontese e fuoriuscito dal PD dal 2014), del candidato Leonardo Del Gaudio nella stessa lista di Abate, Democratici per Lucera, e di qualche altro candidato ed amico associati alla stessa coalizione di Tutolo.
Ovviamente la domanda che non poteva sfuggirci e che avrebbe meritato ben altra risposta da un imbarazzato Piemontese non poteva che essere: PERCHÉ OGGI SONO QUI TUTTI COMPONENTI DELLA COALIZIONE DEL SINDACO TUTOLO MENTRE NON VEDIAMO IL CANDIDATO SINDACO DEL SUO STESSO PARTITO, ASSESSORE?
Al di là delle spiegazioni poco convincenti sui presunti vantaggi – per il Lastaria e per la sua comunità fino ai Monti Dauni Settentrionali – derivanti dalla delibera regionale di alcuni giorni fa se non quelli di un colpo ad effetto per la campagna elettorale di Piemontese, Emiliano, Tutolo, Abate, Del Gaudio e compagnia cantando, l'assessore al bilancio della Regione è apparso alquanto impacciato ed infastidito.
E certo! A smentirlo, una foto che lo ritrae insieme ai tre candidati con Tutolo: Abate, Del Gaudio e un'altra Del Gaudio che del PD e di Tutolo aveva detto peste e corna quando erano (o fingevano di essere) dall'altra parte.

Appresa la notizia con tanto di video interviste e foto-selfies, il candidato sindaco del PD a Lucera Antonio Dell'Aquila ha dichiarato: «Nel mentre mi trovo a Rimini per espletare il mio dovere dello Sport Lucera ed avviare una collaborazione grazie alla presenza dello straordinario e indimenticato mister Carletto De Masi e per incontrare e salutare i numerosi amici e cittadini di Lucera costretti a vivere fuori dalla propria città per lavoro, apprendo con sconcerto della visita, doverosa ed istituzionale, presso l'ospedale di Lucera, ma anche che si è recato a far visita al circolo della lista Democratici per Lucera dando così chiare ed inequivocabili indicazioni di sostegno a questa lista elettorale avversa e concorrente rispetto al Partito Democratico. Il PD è risaputo essere in totale incompatibilità con chi ha il sostegno di un referente del PD di primo livello, in questo caso regionale (Piemontese, ndr). Ritengo gravissimo quanto accaduto - ha aggiunto Dell'Aquila – poiché l'elettorato del PD in questo modo può solo essere indotto in confusione ed essere oltraggiato da una condotta che evidentemente provoca disorientamento e sconcerto. Ragion per cui per dignità personale e del partito al quale ho fornito per anni sempre la mia leale collaborazione ed il mio ferreo sostegno, intendo procedere immediatamente procedere a sospendere la mia campagna elettorale in attesa di un chiarimento ufficiale da parte della federazione di Foggia la quale dovrà dire con chiarezza ai militanti di Lucera se questo partito e il suo candidato sindaco lo rappresentino o se sia possibile, in questo modo, che qualsiasi rappresentante istituzionale e di rilievo del PD si possa scegliere i suoi amici in qualsiasi comune della provincia di Foggia. Un abbraccio a tutti gli elettori ed ai simpatizzanti ricordandogli che lavoriamo solo e sempre per loro e con la schiena dritta».

Insomma il Circolo "G. Parracino" dimostra ancora una volta, dopo 5 anni di posizioni più o meno supine e timorose nei confronti della coalizione pagnottara, di avere quelli che nel gergo sono chiamati "i cosiddetti".
A Piemontese e ad i suoi amici di Lucera resta lo sgarro fatto al suo partito in terra lucerina. Lo fa capire chiaro e tondo Antonio Dell'Aquila.
Peraltro è stato lo stesso Abate a dire in un post su Facebook: «L'assessore Piemontese mi ha scritto chiedendomi quando venire per fare campagna elettorale per la mia lista».
Un assessore regionale del PD chiede ad un fuoriuscito ed avversario del PD quando può iniziare a fare campagna elettorale non per il PD (il suo partito) ma per l'avversario del PD.
Altro che «…non ho chiamato nessuno»!

Il Frizzo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.