Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

Maia Rigenera: espresso il diniego dal Consiglio, cosa bolle in pentola?
Tutto tace, peraltro, rispetto ad una PEC inviata alla Soprintendenza dal Comitato "Lucera non tace" circa una vasta estensione interessata in passato da scavi archeologici e che conterebbe ancora la presenza di siti risalenti al Neolitico

Lucera, 03.12.2018 Gli accapi 12 e 13 dell’ultimo Consiglio Comunale, consistenti rispettivamente in “Modifiche e integrazioni al regolamento comunale scuolabus” e “Ordine del giorno in merito alla proposta di legge regionale di iniziativa popolare” inerente la “Promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo e della buona salute”, sono stati votati all’unanimità.
Si è poi passati finalmente ad affrontare il quattordicesimo punto, “Impianto ciclo anaerobico-aerobico proposto dalla società Maia Rigenera srl da insediare nell’agro di Lucera – Atto di indirizzo”.
Già, ad un mese circa da quell’ordine del giorno molti in città si stanno chiedendo cosa ne sia della vicenda legata al progetto della Maia Rigenera. Ma riepiloghiamo come si svolse quell’accapo.
Come ha spiegato nella sua relazione il delegato provinciale all’Ambiente Giuseppe Pitta, erano trascorse alcune settimane dall’ultimo Consiglio Comunale che li aveva visti affrontare un argomento di elevata importanza per la cittadinanza: dopo un lungo dibattito, ci si era lasciati con l’intento (della maggioranza e soprattutto dello stesso Pitta, intento invero caduto nel vuoto), dettato dalla delibera di Consiglio, di attendere gli ulteriori pareri che erano stati richiesti: «Dal mio intervento si evince chiaramente che non era un modo per perdere tempo, ma per avvalorare il parere negativo che era stato inviato dal sindaco pochi giorni prima». Insomma, l’ennesima giustificazione: e si dovrebbe pure credergli, dal momento che proprio quella sua proposta di richiedere quei pareri (mai giunti!) ha fatto solo perdere tempo? Il consigliere ha continuato dicendo, facendo appunto mea culpa: «Mi duole dire che ad oggi nessuno dei pareri richiesti è giunto al Comune (ma dai, non l’avremmo mai immaginato!, ndr), ragion per cui, non volendo aspettare oltre, siamo oggi qui a ribadire il parere negativo dell’assise consiliare».
Il consigliere Fabio Valerio è subito intervenuto per rilevare la necessità di inserire la vocazione agricola nel deliberato e quella di rafforzare la posizione del Consiglio. «Questo genere di delibere – ha dichiarato invece Giuseppe Bizzarriha molto spesso un sapore solo politico: in effetti qualche integrazione in più forse è il caso di farla». Il consigliere di opposizione ha quindi ricordato che il PUG è stato approvato da poco e che per questo non merita di essere variato (infatti nell’atto deliberativo è contemplato l’indirizzo al dirigente di esprimersi su una variante urbanistica): «Propongo di inserire questo passaggio nel deliberato». Il sindaco, dal canto suo, ha affermato che nel dispositivo di delibera è presente la relazione del dott. Agostino Di Ciaula. Così, il segretario ha spiegato che nello stesso dispositivo sarebbero stati riportati i punti relativi alla salvaguardia della salute dei cittadini ed alla compatibilità urbanistica. Il voto è stato unanime.
Dopo appena cinque giorni è avvenuto che la società ha avanzato richiesta di variante urbanistica. La palla è nelle mani del Comitato di VIA (imbottito – con nomine avvenute quasi in contemporanea con la lettera per mezzo della quale il sindaco di Lucera ha tentato di portare fretta al dirigente provinciale del settore circa l’approvazione del progetto – di lucerini assai vicini all’amministrazione Tutolo, uno dei quali è il consorte della consigliera di maggioranza Francesca Niro) e dell’arch. Stefano Biscotti.

C’è un altro aspetto che ancora non trova risposta, però. Lo scorso 26 settembre il Comitato “Lucera non tace” ha inviato una PEC alla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le Province di Barletta, Andria, Trani e Foggia (Soprintendente arch. Maria Giulia Picchione) e per conoscenza al funzionario archeologo responsabile dell’Area Patrimonio Archeologico dott. Italo Muntoni esprimendo «preoccupazione riguardo al sito di epoca neolitica in contrada Ripatetta a Lucera, oggetto di scavi e studi compiuti a partire dagli anni ottanta». Si tratterebbe proprio dell’area che vede già la presenza dell’attuale comparto industriale e dove dovrebbe sorgere il nuovo impianto anaerobico. Il timore espresso dal Comitato scrivente nella PEC è «se il vincolo è dichiarato in posizione erronea rispetto alla reale posizione dell’area di interesse archeologico», con il timore che l’area limitrofa «abbia subito tante trasformazioni» e che «il progetto di questo mega impianto abbia continuato l’iter amministrativo», per cui «se si considerano la vasta estensione dei villaggi neolitici e l’esigua superficie finora indagata, ci si chiede se non siano stati e possano essere in futuro arrecati danni ad uno dei tre siti neolitici più antichi del Mediterraneo».
Fin qui, da quanto è dato di sapere, la Soprintendenza non avrebbe risposto al Comitato. È la stessa Soprintendenza che alla prima Conferenza di servizi del 3 agosto scorso ha dato forfait.
Riguardo agli ultimi due accapi della seduta consiliare del 9 novembre scorso, consistenti nel riconoscimento di un debito fuori bilancio rinveniente da ordinanza di ingiunzione di pagamento della Regione Puglia e nella variazione di bilancio 2018/2010, il voto dell’opposizione è stato contrario.

Il Frizzo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.