Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

Intervista all’avv. Orlando: questione “anaerobico” e rapporti nel centrodestra
Su Maia Rigenera: «Alla base dello stress del sindaco credo ci sia una mancanza di coerenza». E sulla coalizione di centrodestra: «Il centrodestra è già compatto e penso che arriveremo a sette liste». Il PD? ««Non lo vedo proprio: il vero PD è la pagnotta»

Lucera, 03.11.2018 Nell’intervista al coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, l’avvocato Ettore Orlando, molti sono stati i temi trattati, tra i quali la questione ambientale e quella politica del centrodestra.
Tutolo ultimamente è apparso un sindaco piuttosto stanco, tant’è che ha dichiarato di essersi recato nei giorni scorsi a Bari e di essere tornato da lì molto provato. Lo stesso avrebbe poi rilasciato qualche dichiarazione riguardo alla vicenda di Maia Rigenera, rivelando la propria intenzione di mollare del tutto la questione a causa, a suo dire, del clima di allarmismo creatosi. «Credo che alla base dello stress vissuto dal sindaco – ha detto in proposito Orlando – ci sia una mancanza di coerenza: evidentemente quando ha sposato la causa dell’anaerobico l’ha fatto pensando ad altro e non che fosse la soluzione per risolvere il problema delle emissioni odorigene. Inoltre, parla sempre di gente che diffonde il terrore, ma poi scopriamo che il vero terrorista, a livello mediatico ovviamente, è lui». Il dott. Massimo Blonda, durante il convegno svoltosi lo scorso 26 ottobre, ha sottolineato che per risolvere i problemi di un impianto aerobico occorrono le BAT, mentre a San Severo, dove si è discusso della Sagedil, il consigliere di Forza Italia Rosa Caposiena ha evidenziato che andrebbe privilegiata la soluzione di un impianto pubblico aerobico rispetto ad una scelta privata.


L'intervista integrale al coordinatore di Fratelli d'Italia

Verso le elezioni amministrative

Le elezioni comunali lucerine si avvicinano, dunque abbiamo chiesto al coordinatore quale sia l’attuale panorama politico. «La vera lotta – ha risposto – non è quella all’antipolitica, ma quella al centrosinistra». È stato firmato un primo documento da due forze politiche (Lega e Fratelli d’Italia) e da un movimento civico (Antares), dopodiché ce n’è stato un altro sottoscritto da quattro forze politiche (UDC, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega), ma non da Antares. «Non è proprio così – ha tenuto a precisare Orlando –, infatti nell’ultimo capoverso è scritto che le quattro forze firmatarie avranno cura di salvaguardare precedenti accordi intervenuti con le altre forze civiche che possiedono gli ideali del centrodestra». Antares, allora, c’è eccome, ed il coordinatore ha anche spiegato perché: «Per quanto riguarda Raffaele Di Ianni, ho molto apprezzato i suoi interventi sulla questione del famoso predissesto: in realtà, si è trattato di un escamotage che hanno utilizzato per favorire alcuni creditori, e lo stesso Di Ianni ha dimostrato che non c’erano i presupposti per dichiararlo, perché vi era una delibera di Consiglio Comunale che assicurava la copertura dei debiti». Oltretutto, Di Ianni è stato anche fautore di un documento molto duro rispetto all’applicazione di certi parametri IMU su terreni agricoli dichiarati edificabili. «Renato Gentile, invece – ha continuato –, ha condotto insieme a noi una battaglia referendaria per il “NO alle modifiche della Costituzione” che ha dato i suoi frutti». Riguardo poi ai movimenti civici, abbiamo chiesto ad Orlando come vedrebbe collocato quello con i consiglieri di opposizione Giuseppe Bizzarri e Simona Dell’Osso, all’interno degli eventuali rapporti col centrodestra o in un contesto di coalizione di civiche. «Mi auguro – ha auspicato – che vogliano far parte del centrodestra, tant’è che li ho invitati ad una prossima riunione di coalizione: troveremo una sintesi, il centrodestra è già compatto e penso che arriveremo a sette liste». Infine, alla domanda su dove veda collocato il PD, il coordinatore ha replicato: «Non lo vedo proprio: il vero PD è la pagnotta, e l’altra volta è stata fatta un’operazione di mimetismo, cioè, siccome il PD era impresentabile, hanno trovato un movimento di civici e questo partito è diventato una sua costola».

Greta Notarangelo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.