Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

L'opposizione sulla sentenza che ha dato ragione al dr. Guida
«Sempre a proposito di quando tutolo disse: "Noi non faremo altro contenzioso" (2ª puntata)». Il Tribunale ha condannato il Comune a pagare le spese legali per circa € 4.000,00, «che purtroppo anziché gravare sui personali portafogli dei nostri incapaci amministratori, saranno a carico di tutti i cittadini»

Lucera, 27.10.2018 «Circa un anno fa faceva bella mostra di sé, nella città, un manifesto a firma del Sindaco e degli Assessori, con tanto di stemma comunale, in cui si ricostruiva la controversia giudiziaria fra il Dr. Dante Guida (ex dipendente comunale) ed il Comune di Lucera.
Con esso la Giunta si difendeva dinanzi alla città da una indagine penale, spiegando che il Giudice del lavoro di Foggia aveva dato ragione al Comune di Lucera e torto al dr. Guida, che “è ampiamente acclarato dai pareri legali e da una sentenza del Tribunale passata in giudicato, che il dr. Guida si era attribuito in maniera illegittima compensi non dovuti” e che per tale motivo l'amministrazione Tutolo aveva esercitato le trattenute sullo stipendio del dipendente per far restituire alle casse comunali € 21.000,00.
Il manifesto si concludeva con il sempiterno slogan “ora e sempre s'anna fa capac”.
In realtà, quella azione di recupero che Tutolo definiva una forma di tutela degli interessi della città, appariva più come un desiderio di vendetta nei confronti di un dirigente con cui vi erano stati screzi durante il periodo in cui era consigliere di opposizione.
A quel manifesto ne seguì uno a firma di noi consiglieri di opposizione, nel quale sostenevamo che la sentenza del Tribunale di Foggia non attribuiva al Comune la possibilità di recuperare somme nei confronti del dr. Guida e veniva letta in modo sbagliato dagli amministratori.
Consigliammo, dunque, di evitare procedure di recupero che avrebbero solo prodotto danno al Comune.
Ci dissero sui social che non sapevamo leggere le sentenze, che – appunto – c'avemma fa' capac e tutta la solita tiritera del sordo e cieco clan del “bravo sindaco, grande sindaco”.
Peccato, però, che ancora una volta avevamo ragione.
Infatti, il Tribunale di Foggia, con una nuova sentenza, la n. 5419/2018, ha ribadito ciò che era già chiaro solo a chi non volesse capire e, cioè, che nel precedente giudizio il Comune non aveva fornito gli elementi che consentissero di verificare gli importi – EVENTUALMENTE – versati in eccedenza ed ha stabilito che la Giunta Tutolo non poteva riprendersi la somma di € 21.000,00.
Ovviamente il Tribunale ha condannato il Comune a pagare le spese legali per circa € 4.000,00, che purtroppo anziché gravare sui personali portafogli dei nostri incapaci amministratori, saranno a carico di tutti i cittadini.
Anche questa è materia per la Corte dei Conti, cui ci rivolgeremo per far accertare le responsabilità di chi continua ad amministrare con rabbia, rancore e desiderio di vendetta le sorti di una intera collettività, come se il Comune fosse cosa sua.
Il nostro manifesto si concludeva con una esortazione rivolta alla Giunta ed al sindaco che, a distanza di un anno, suona ancor più attuale: VERGOGNATEVI!!!».

I consiglieri comunali: Giuseppe Bizzarri, Simona Dell'Osso, Marina Petroianni, Fabio Valerio, Sefora Tetta, Tonio De Maio, Luigi Ziccardi

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.