Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA
Politica

Vincenzo Leccese: «Opposizione deve essere un pungolo e costituire un controllo». Giuseppe Bizzarri accoglie l'invito
Il consigliere di opposizione ha colto l'occasione e lo spunto sull'affermazione di Leccese per affrontare il tema delle ordinanze del sindaco per modificare parzialmente il Piano Traffico. Alla comunicazione di Bizzarri ha fatto eco anche il consigliere Valerio

Lucera, 11.07.2018 – Dopo l’accapo “Lettura e approvazione verbali sedute precedenti”, votato all’unanimità, si è passati, nel corso del Consiglio Comunale dello scorso 5 luglio, alle comunicazioni.
Giuseppe Bizzarri ha “colto” l’invito che aveva fatto poco prima Vincenzo Leccese allorquando aveva detto che «l’opposizione deve essere da pungolo e costituire un controllo» rispetto a quello che avviene, quindi ha fatto una comunicazione relativa all’ordinanza firmata dal sindaco, la 105 del 2 luglio 2018, sull’istituzione in via sperimentale del doppio senso di circolazione in via Bari e via Napoli. Il consigliere, però, ha ricordato che è vigente un Piano del Traffico approvato in Consiglio Comunale, il quale prevedeva il senso unico di circolazione attorno all’anello della circonvallazione interna, che sarebbe dovuto servire a distogliere l’automobilista dall’utilizzo della macchina: «Ritengo che queste sperimentazioni vadano in direzione contraria alla finalità di quel piano, e faccio rilevare che viene ancora una volta lesa la sovranità del Consiglio Comunale; peraltro, mi domando perché le stesse vengano fatte soltanto su una fetta della città».
Fabio Valerio, invece, ha invitato il segretario a dare la possibilità al sindaco di novellare l’ordinanza in modo tale da porre un termine alla sperimentazione. Il sindaco, nonostante “l’evidente illegalità” da lui commessa, ha dichiarato: «Non ritengo di aver tolto nessuna prerogativa a nessuno». Che coraggio! Con quest’affermazione, però, ha asserito l’esatto contrario, infatti la frase corretta sarebbe: «Ritengo di non aver tolto nessuna prerogativa».

Così Bizzarri, dopo aver sopportato l’ennesimo sproloquio del sindaco, che ancora una volta è andato fuori tema, gli ha ricordato che lui e Valerio avevano detto altro.
Ma l’apoteosi si è avuta quando Tutolo ha asserito che il Piano del Traffico vigente fosse scaduto. Insomma, possibile che nessuno sapesse che un atto approvato dal Consiglio Comunale avesse una scadenza, un po’ come la scritta riportata sui vasetti di marmellata e sulle crostatine (non prodotte dal sindaco, però): “Da consumarsi preferibilmente entro il…”.

Greta Notarangelo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.