Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
EVENTI
Eventi

Mario Rotunno: «Onorato di lavorare per la festa più bella per i lucerini»
«I primi momenti sono stati difficili, non c’era molta risposta da parte della gente, ma il vescovo S. E.Mons. Giuseppe Giuliano ci spronava e così ci stiamo avvicinando all’obiettivo che ci eravamo prefissati»

Lucera, 10.08.2019 - Lo scorso 8 di agosto siamo andati a trovare il responsabile del Comitato Feste Patronali, l’ing. Mario Rotunno, presso la Sala “Giorgio La Pira” adiacente Piazza Duomo per sapere quale sia il risultato ottenuto fin qui relativamente a come ha risposto la città.
Rotunno ha informato che fino a questo momento è stata raccolta una somma di circa 35 mila euro (mentre scriviamo è stata superata quota 38 mila), nell’attesa che il dato possa infine superare l’obiettivo dei 40 mila euro in modo da coprire tranquillamente tutto il programma delle festività. In particolare, «le aziende hanno risposto bene, nonostante la crisi». Peraltro, è stato ripristinato il cosiddetto “festometro”, ideato nel 2017, che ha riscosso successo e che consiste in una sorta di termometro indicante la risposta dei cittadini al clima di festa.
Un fatto non trascurabile affatto, poi, è che Lucera riavrà finalmente il suo complesso bandistico “Città di Lucera” diretto dal Mº Francesco Finizio, il quale «ha dato una grossa mano e ci è stato vicino in tutto», ha affermato il presidente del Comitato Feste.
Non tutto, però, è stato semplice: «I primi momenti sono stati difficili, non c’era molta risposta da parte della gente, ma il vescovo S. E.Mons. Giuseppe Giuliano ci spronava e così ci stiamo avvicinando all’obiettivo che ci eravamo prefissati».

L'intervista integrale

Intanto, nei prossimi giorni il Comitato incontrerà la ditta pirotecnica “Pirodaunia”, che dovrebbe allestire i consueti fuochi di chiusura per la notte del 16 agosto. Un “16 agosto” che per la prima volta non vedrà esibirsi il tradizionale cantante o gruppo di grido nel concertone finale per scelta del sindaco e dell’amministrazione comunale che ha inteso riproporre in parte un cliché già “ostentato” a Natale scorso.
Tornando invece al momento religioso di cui si sta occupando lo staff del Comitato, è importante sottolineare la bellezza del trono di Santa Maria Patrona nella zona absidale della cattedrale, un lavoro affidato alle sapienti mani e all’esperienza secolare – tramandata di padre in figlio – di una ditta storica che ha provveduto al suo allestimento.
Rotunno non ha però mancato di ringraziare, tra gli altri, coloro che l’anno aiutato nell’impresa, ovvero la vicepresidente del comitato Marianna Bonghi, il tesoriere Mario Mansueto ed i collaboratori Candida Forte e Ciro Danese oltre ad altre figure che non hanno fatto mancare il loro valido supporto. Ma un ringraziamento particolare ha voluto riservarlo, così come aveva fatto con S. E. il Vescovo, a don Rocco Coppolella con un messaggio breve ma significativo: «Don Rocco è un grande!».

Greta Notarangelo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.