Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
CRONACA
Cronaca

«La politica si lasci guidare dai bisogni delle persone»
In 20mila ieri alla manifestazione "Foggia Libera Foggia" contro la violenza della mafia

Foggia, 11.01.2020 - «Mi fa piacere vedere tanti sindaci, amministratori e tanti politici. Io vi sarò vicino se fate le cose giuste. Ma il giorno in cui non si faranno le cose che, a parole, si dicono, io sarò dall'altra parte. Dall'altra parte… La politica esca dai tatticismi e dalle spartizioni di potere, riduca le distanze sociali e si lasci guidare dai bisogni delle persone. Questa è la politica. Altrimenti non ne usciremo mai fuori… Sono 165 anni che in Italia parliamo di mafia».
Basterebbero queste parole di don Luigi Ciotti per sintetizzare la manifestazione "Foggia Libera Foggia". trasmesse dal palco dell'isola pedonale di Foggia, dove è confluito il lungo corteo di circa 20 mila persone (stima comunicata dalla Questura del capoluogo di Capitanata) che si sono strette ieri, 10 gennaio, intorno ad un unico obiettivo: condannare la violenza di mafia. A precedere don Ciotti negli interventi, Daniela Marcone, i componenti della famiglia Panunzio, Nicola Ciuffreda (i cui padri hanno dato la vita per non aver ceduto ai ricatti ed ai soprusi), il vescovo della Diocesi di Foggia Bovino Mons. Vincenzo Pelvi e tanti giovani che continuano a sperare che il loro seme della speranza possa finalmente germogliare.

Corteo anti mafia “Foggia Libera Foggia”. Ventimila partecipanti, nessun incidente

Una folla umana, quantificata in 20.000 persone, ieri ha partecipato alla manifestazione anti mafia “Foggia Libera Foggia” organizzata dall’Associazione “Libera” per invitare la cittadinanza ad un impegno collettivo contro la recrudescenza delle attività criminose.
All’evento, oltre ai parenti delle vittime delle mafie, hanno partecipato diversi rappresentanti istituzionali, svariati appartenenti ad associazioni nonché numerosi cittadini e giovani studenti provenienti da tutta la Puglia.
La manifestazione, che ha avuto inizio alle ore 15.00 e si è protratta sino alle ore 19.00 circa, si è articolata in un corteo per le vie cittadine per poi concludersi in via Lanza ove ci sono stati gli interventi di alcuni parenti delle vittime delle mafie, dell’Arcivescovo Metropolita di Foggia-Bovino, Don Vincenzo PELVI e di Don Luigi CIOTTI, Presidente di “Libera”.
L’evento è stato seguito da centinaia di giornalisti appartenenti a diverse testate italiane e straniere, anche con l’impiego di dirette televisive e streaming.
Le misure di sicurezza adottate dalla Questura di Foggia hanno consentito che la manifestazione si svolgesse in modo ordinato e senza incidenti. Per l’occasione sono state poste in essere tutte le procedure previste sulle manifestazioni di rilievo emanate dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, a partire dalla c.d. circolare GABRIELLI.
Tutti i luoghi interessati dall’evento sono stati preventivamente bonificati e presidiati da oltre 100 appartenenti alle Forze di Polizia. Sono state impiegate diverse unità specializzate della Polizia Scientifica nonché artificieri antisabotaggio, unità cinofile anti esplosivo, tiratori scelti e specialisti nei servizi di scorta. Per il controllo della moltitudine di partecipanti è stato previsto l’impiego di un robusto contingente di Poliziotti, Carabinieri e Finanzieri supportati da 40 elementi dei Reparti di Rinforzo provenienti da altre Province.
Il dispositivo di sicurezza si è avvalso anche di un consistente numero di operatori sanitari e della Polizia Locale, coadiuvati da volontari coordinati dal Centro Operativo Comunale di Protezione Civile attivato per l’occasione.

Il Frizzo

 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.